Nuova veste e nuovi contenuti per il sito dell'Archivio Datini di Prato

Datini

L’Archivio di Stato di Prato continua la sua politica di apertura sul web dei dati del proprio patrimonio avviata nel 2008 con la pubblicazione dell’archivio digitale del mercante Francesco di Marco Datini (1335-1410).

L’Archivio Datini è una fonte unica per la storia del mondo mercantile europeo nella seconda metà del Trecento, per conoscere le merci, i trasporti, le rotte, gli strumenti finanziari usati dagli operatori, la mentalità, le aspettative, le preoccupazioni dei protagonisti ed altro ancora. Il mondo datiniano è un universo di oltre 150.000 documenti sciolti e circa 600 registri.

Riportiamo parte dell'articolo di Ilaria Barbanti e Simone Pasquini pubblicato su regesta.com, il magazine di regesta.exe:

Dal 15 maggio l'Archivio Datini è online con una nuova veste grafica, nuovi contenuti digitali e nuove funzionalità. In questa stessa occasione è stato pubblicato anche il sito web dell’Istituto: dal nuovo sito è possibile l’accesso e la consultazione dei dati sui complessi documentari e sui soggetti produttori, nonché dell’inventario dell’Ospedale della Misericordia e Dolce, che contiene al suo interno due serie documentali di particolare interesse, completamente digitalizzate.

Nella prima sono conservate le oltre 800 lettere, datate dal 1401 al 1437, che compongono il carteggio di Giuliano Marcovaldi, rappresentante e procacciatore di affari per conto di società e mercanti interessati ai traffici tra i porti adriatici centro meridionali (sui Marcovaldi si veda la pubblicazione di Paola Pinelli “Il carteggio Marcovaldi (1401-1437) nell’Archivio di Stato di Prato”  sui Quaderni della Rassegna degli Archivi di Stato, disponibile sul sito della Direzione generale degli Archivi).

La seconda è costituita dai cosiddetti Segnali dei gettatelli, ossia i contrassegni e i biglietti che accompagnavano i bambini abbandonati e accolti dall’Ospedale della Misericordia e Dolce di Prato tra la fine del 1700 e il 1800 (sul «segnale» come testimonianza di un’identità da perdere/ritrovare si può leggere il saggio di Anna Maria Maccelli per l’École française de Rome).

L’Archivio Datini contiene documenti di amministrazione e carteggi che testimoniano in massima parte la vastissima attività svolta in campo industriale, commerciale, bancario dalle varie aziende cui Francesco Datini dette vita.

L’Archivio è articolato secondo gli otto principali fondaci che costituiscono le articolazioni dell’archivio e l’ossatura dell’ordinamento. Ciascun fondaco è suddiviso in due grandi sezioni: i libri contabili (a loro volta suddivisi nelle tradizionali serie)  e carteggio ricevuto.

I fondaci si susseguono in ordine cronologico di apertura:

  • Avignone: Libri contabili, 1363-1416 (284 unità); Carteggio ricevuto dal fondaco di Avignone, 1368-1414 (1506 unità);
  • Prato: Libri contabili, 1348-1430 (285 unità); Carteggio ricevuto dal fondaco di Prato,1367-1427 (10.262 unità);
  • Pisa: Libri contabili, 1382-1407 (154 unità), Carteggio ricevuto dal fondaco Pisa, 1378-1410 (38.502 unità);
  • Firenze: Libri contabili, 1381-1420 (188 unità), Carteggio ricevuto dal fondaco di Firenze, 1365-1420 (31.655 unità);
  • Genova: Libri contabili, 1384-1409 (46 unità); Carteggio ricevuto dal fondaco di Genova, 1373-1409 (15.031 unità);
  • Barcellona: Libri contabili, 1363-1411 (65 unità); Carteggio ricevuto dal fondaco di Barcellona, 1382-1412 (24.354 unità);
  • Valenza: Libri contabili, 1393-1412 (51 unità); Carteggio ricevuto dal fondaco di Valenza, 1386-1419 (11.393 unità)
  • Majorca: Libri contabili, 1395-1411 (54 unità); Carteggio ricevuto dal fondaco di Valenza, 1391-1412 (10.580 unità);

Fuori dallo schema fondaco-aziende, ci sono le seguenti sezioni:

  • Carteggio privato (lettere inviate e ricevute da Datini, dalla moglie Margherita e da alcuni dei collaboratori di Datini);
  • Carteggio specializzato (questo suddiviso per per fondaci);
  • Appendice al carteggio (copie e minute di lettere; lettere dirette a località diverse dai fondaci);
  • Atti e documenti diversi (tra cui le assicurazioni);
  • Esecuzione testamentaria;
  • Estranei.

ll nuovo sito propone anche alcuni interessanti percorsi di lettura:

URL: <http://datini.archiviodistato.prato.it/>


Print This Post Print This Post

One thought on “Nuova veste e nuovi contenuti per il sito dell'Archivio Datini di Prato

  1. Pingback: Mise à jour du site des Archives de Datini à Prato (Italie) | CAHINO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <embed style="" type="" id="" height="" width="" src="" object="" allowfullscreen="" allowscriptaccess="" cachebusting="" bgcolor="" quality="" flashvars=""> <iframe width="" height="" frameborder="" scrolling="" marginheight="" marginwidth="" src=""> <object style="" height="" width="" param="" embed=""> <param name="" value="">