Tag Archives: storia del lavoro

Social History Portal: un portale dedicato alla storia sociale

Social History

The Social History Portal è un sito curato dalla International Association of Labour History Institutions (IALHI) e rende disponibili tutte le risorse e i servizi precedentemente disponibili all’indirizzo URL http://labourhistory.net.

La IALHI è un’associazione internazionale che coinvolge e coordina archivi, biblioteche, centri di documentazione, musei e istituti di ricerca specializzati in storia sociale, storia e teoria del lavoro, storia del movimento sindacale e del movimento operaio dalla fine del XVIII secolo ai giorni nostri.

Il portale consente l’accesso ai contenuti digitali di 15 istituzioni europee specializzate, per un totale di oltre 900.000 oggetti digitali (libri, opuscoli, documenti d’archivio, fotografie, poster, stampe, film, video, registrazioni sonore).

Molto interessante anche la sezione dedicata allo spoglio di riviste. Purtroppo il servizio non è più aggiornato, ma sono disponibili gli indici di 128 riviste specializzate in storia del lavoro, per un totale di quasi 4.000 fascicoli.  

The Social History Portal fa parte del progetto HOPE – Heritage of the People’s Europe.

 

Search and browse digital collections on social history and the history of the labour movement from the late 18th to the beginning of the 21st century. More than 900,000 digitised objects (archives, books, brochures, leaflets, photographs, posters, prints, cartoons, sound, films and videos) from 15 specialized archives and libraries in Europe”.

URL: <http://www.socialhistoryportal.org>

HISCO – Historical International Classification of Occupations

  A cominciare dagli anni ’50 del secolo scorso, l’ILO – International Labour Office ha sviluppato una classificazione internazionale standard delle attività lavorative (ISCO – International Standard Classification of Occupations) per definire in modo uniforme, a livello mondiale, le varie attività occupazionali.

In anni recenti, un gruppo di storici e sociologi ha cominciato a elaborare un nuovo schema di classificazione di taglio storico, basato sulla versione ISCO-1968, per descrivere le attività occupazionali esistenti nel 19° e nel primi anni del 20° secolo, chiamato HISCO (Historical International Classification of Occupations). 

Lo schema HISCO era originariamente basato sulla codifica dei 1000 titoli occupazionali maschili e femminili più frequenti contenuti in banche dati prodotte in otto diversi paesi: Belgio, Inghilterra, Canada, Francia, Germania, Olanda, Norvegia e Svezia. I dati, che attualmente ammontano a varie decine di migliaia, coprono il periodo 1690-1970, ma appartengono per la maggior parte al 19° secolo. Essi registrano i titoli occupazionali attribuiti a persone di tutte le età e documentati in registri storici parrocchiali o civili. La copertura dello schema HISCO è per ora limitata alle economie nordeuropea e atlantica, ma è previsto un ampliamento ad altre aree nel prossimo futuro.

Allo schema HISCO è asociata anche una interessante banca dati di immagini relative al mondo del lavoro. Attualmente sono state inserite le riproduzioni di opere dell’artista olandese Jan Luycken, del tedesco Hans Amman e le illustrazioni tratte dalla Encyclpédie di Diderot e D’Alembert. Le immagini rivelano non solo importanti dettagli tecnici sui processi lavorativi e sui luoghi di produzione, ma forniscono anche informazioni sugli strumenti adoperati nei vari mestieri e sui gesti compiuti dagli uomini nell’espletamento delle loro attività, oltre a testimoniare il mutamento delle tradizioni iconografiche nel tempo.

Il copyright HISCO appartiene alla Leuven (Lovanio) University Press.

URL: <http://historyofwork.iisg.nl/index.php>