Archivi categoria: Filosofia

Springer Philosophy Reading Room: le riviste disponibili nei mesi di novembre e dicembre 2011

Sul sito dell’editore Springer è possibile accedere, per un periodo di tempo limitato e previa registrazione gratuita, ad alcuni fascicoli di riviste elettroniche di filosofia altrimenti disponibili solo a pagamento.

L’iniziativa, che prende il nome di Philosophy Reading Room, mette a disposizione quattro diverse riviste ogni due mesi.
:::
Riviste che saranno consultabili nei mesi di novembre e dicembre 2011 (limitatamente ai fascicoli usciti nel 2009):

► Dao: A Journal of Comparative Philosophy

Dao relates Chinese philosophy to other traditions, covering all subfields of philosophy. Uniquely, Dao looks beyond comparison of Chinese and Western philosophy. It also publishes articles on the relation between Chinese philosophy and other Asian philosophies such as Indian, Japanese, and Korean philosophy’s and between Chinese philosophy and African and Islamic philosophy.An International Journal of Analytic Philosophy

► Journal of Academic Ethic

The Journal of Academic Ethics is an interdisciplinary, peer reviewed journal devoted to the examination of ethical issues that arise in all aspects of post-secondary education, primarily within a university context. Providing a forum for the publication and discussion of original research, the journal examines ethical concerns in research, teaching, administration, and governance.

► Nanoethics: Ethics for Technologies that converge at the nanoscale

Introduced in 2007, NanoEthics: Ethics for Technologies that Converge at the Nanoscale provides a needed forum for informed discussion of ethical and social concerns related to nanotechnology, and a counterbalance to fragmented popular discussion. While the central focus of the journal is on ethical issues, discussion extends to the physical, biological and social sciences and the law. NanoEthics provides a philosophically and scientifically rigorous examination of ethical and societal considerations and policy concerns raised by nanotechnology.

► Review of Philosophy and Psychology

The Review of Philosophy and Psychology provides a forum for discussion on topics of mutual interest to philosophers and psychologists, and fosters interdisciplinary research at the crossroads of philosophy and the sciences of the mind, including the neural, behavioural and social sciences.


URL: <http://www.springer.com/Philosophy-Reading-Room>

Biblioteca dei filosofi: biblioteche filosofiche private in età moderna e contemporanea

Un progetto della Scuola Normale di Pisa e dell’Università di Cagliari ha messo in rete un ricco patrimonio di inventari di raccolte appartenute a pensatori, scienziati ed eruditi europei dal Cinquecento al Novecento

L’indagine sulle Biblioteche filosofiche private in età moderna e contemporanea di un gruppo di studiosi della Scuola Normale di Pisa e dell’Università degli Studi di Cagliari si è tradotta in un progetto internet e in una digital library finalizzata a mettere a disposizione online cataloghi di biblioteche appartenute a filosofi, scienziati e intellettuali.

Il progetto può fregiarsi attualmente di un ricco patrimonio consistente in cataloghi o inventari relativi a circa 200 biblioteche di filosofi, scienziati ed eruditi. L’iniziativa, sostenuta dalla Scuola Normale per un primo biennio con uno stanziamento di circa 20mila euro, da un analogo stanziamento per il secondo e con un contributo della Fondazione Banco di Sardegna, è tesa a rendere accessibili in rete e su supporto informatico cataloghi di biblioteche private di filosofi raccolti nel corso degli ultimi quattro secoli.

La banca dati, aperta alla collaborazione di tutti gli studiosi che si riconoscono nelle finalità della ricerca, contiene documenti compresi in un arco temporale che va dai primi decenni del Cinquecento fino alle ultime decadi del Novecento. In particolare il materiale bibliografico contenuto nell’archivio è liberamente consultabile dall’utenza e riguarda le biblioteche di grandi classici come Leonardo, Montaigne, Galileo, Spinoza, Herder, Voltaire, Kant, Goethe, Hegel e Nietzsche, ma anche di intellettuali come Gramsci, Unamuno, Garin, Luporini, Momigliano e Preti.

Gli inventari e i cataloghi, presenti in materia digitalizzata e in formato Pdf, sono di varia tipologia: manoscritti redatti dai possessori o da altri, inventari notarili, cataloghi d’asta, cataloghi a stampa curati da studiosi ed eredi, cataloghi topografici di biblioteche informatizzati. A ciascun catalogo è associata una scheda informativa sul possessore della singola biblioteca e all’indice del catalogo stesso.

La consultazione delle informazioni può essere effettuata in italiano, inglese, spagnolo, francese e tedesco in modo tale da superare le barriere linguistiche. Tutto il lavoro di ricerca finora portato avanti è stato svolto da nucleo redazionale che ha effettuato una prima ricerca a tappeto su inventari e cataloghi di biblioteche. I responsabili del progetto hanno inoltre attivato una richiesta di collaborazione sistematica a un’ ampia rete di biblioteche europee ed americane.

[Fonte: CulturaItalia]

>> Leggi anche l’intervista di Gianluca Pacella (redazione di CulturaItalia) a Renzo Ragghianti, coordinatore del progetto: Le biblioteche dei filosofi, l’hardware del laboratorio delle idee.

Pierre Bourdieu: Sulla televisione (videolezioni)

Sono disponibili su YouTube due lezioni tenute da Pierre Bourdieu al Collège de France e poi trasmesse in televisione dall’emittente francese Paris Première nel 1996. Il contenuto delle lezioni è stato rielaborato e pubblicato nel volume Sur la télévision (ed. italiana: Sulla televisione, Feltrinelli 1997).

Sur la télévision

Le champ journalistique et la télévision

“Bourdieu, mediante un’analisi diretta e pungente, dai toni talora anche paradossali e aggressivi, affronta il delicato tema dell’informazione radiotelevisiva e del giornalismo del piccolo schermo in relazione a quello della carta stampata. Il libro (che, oltre a un’introduzione scritta per l’edizione italiana, riprende il testo di due lezioni tenute dall’autore e poi trasmesse da Paris Première) nella prima parte smonta pezzo per pezzo i meccanismi della censura invisibile esercitata sulla televisione e svela alcuni segreti della fabbricazione di quelle opere d’arte che sono le immagini e i discorsi televisivi; nella seconda parte spiega in che modo la televisione, che domina il mondo del giornalismo, abbia profondamente alterato il funzionamento di ambiti molto diversi, quali l’arte, la letteratura, la filosofia e la politica, e persino la giustizia e la scienza. Denuncia le tendenze all’omologazione, le frequenti collusioni e contraddizioni del campo giornalistico televisivo, soggetto com’è alla logica dell’auditel, ormai l’indice di un consenso reale e quasi l’equivalente di un suffragio universale. Di tale informazione compromessa e pericolosa per la libertà democratica indaga l’eterodeterminazione e la dipendenza da altre sfere (economica, politica ecc.), rilevandone pure la cinica vuotaggine che per lo più la contraddistingue. Si sofferma inoltre sulla contrapposizione fra intellettuali “veri” e “falsi” (i cosiddetti fast thinkers dei media), e si interroga sulla convenienza o meno che i primi facciano la loro comparsa in televisione. Il tutto esposto con chiarezza e vivacità da maestro”.

[dalla scheda del libro: Pierre Bourdieu, Sulla televisione. Milano: Feltrinelli, 1997].

Festival della Mente 2011: disponibili gli interventi in podcast e in video

Dal 2 al 4 settembre 2011  si è tenuta la settima edizione del Festival della Mente di Sarzana, il festival dedicato alla creatività.

Sul sito del Festival si possono ascoltare e guardare tutti gli interventi:

>> Chiara Saraceno – Troppa disuguaglianza è un freno al benessere di tutti

>> Giuseppe Penone, Sergio Risaliti – Scorrere nel tempo come pietra di fiume

 >> Franca D’Agostini – Tipi di menzogna

>> Edoardo Boncinelli – Che cos’è la vita? Può esistere una vita artificiale?

 >> Zygmunt Bauman – Sul concetto di comunità e rete, sui social network e facebook

 >> Alessandro Barbero – Come pensava un uomo del Medioevo? Il frate

 >> Francesco Piccolo – approfonditaMente – Come si scrive un film

 >> Enzo Mari – L’anima del design

 >> Maurizio Bettini – Forme mitiche della memoria in Grecia e a Roma

 >> Almudena Grandes, Ranieri Polese – La storia vista dalle donne

 >> Adriano Prosperi – Delitto e perdono

 >> Francesca Marzotto Caotorta – approfonditaMente – Il giardino nella mente

 >> Gian Carlo Calza approfonditaMente – Estetica e creatività tra Asia e Occidente

 >> Adam Phillips, Gabriele Romagnoli – A proposito dell’equilibrio

 >> Marco Belpoliti – Come l’hai visto in tv

 >> Salvatore Veca – L’immaginazione filosofica

 >> Vittorio Gregotti – Città, metropoli e disegno urbano

 >> Enzo Bianchi – Vie di umanizzazione

 >> Patrizia Cavalli – La poesia sa già tutto

 >> Edoardo Boncinelli – Che cos’è la vita? La vita è comunicazione

 >> Silvio Orlando – Diderot, Rameu e altri paradossi

 >> Alessandro Barbero – Come pensava un uomo del Medioevo? Il mercante

 >> Gianfranco Capitta, Pippo Delbono – approfonditaMente – Il passo di Pina

 >> Franco Borgogno – Nel cuore e nella mente propri e altrui. Il percorso di un analista fra tradizione e creatività

 >> Giuseppe Bertolucci, Emanuele Trevi – Le parole e le immagini: cinema e letteratura

 >> Michela Marzano – Mente e corpo: l’anoressia o l’enigma del desiderio

 >> Alfonso Berardinelli – Tipi, stili e poteri intellettuali

 >> Luca Scarlini – approfonditaMente – Il potere delle immagini, le immagini del potere

 >> Felice Cimatti – approfonditaMente – Mente, comunicazione e linguaggio negli animali

 >> Gianpiero Dalla Zuanna – Non ci sono più le famiglie di una volta?

 >> Alberto Manguel – La Musa dell’Impotenza

 >> Ennio Peres – La matematica è il gioco della vita

 >> Luce Irigaray – Salvare l’energia umana. Il respiro: fonte per una condivisione universale

 >>Edoardo Boncinelli – Che cos’è la vita? Vita ieri oggi e domani

 >> Sonia Bergamasco e Fabrizio Gifuni – Una quieta giornata di sole. Attilio Bertolucci e Pier Paolo Pasolini, un’amicizia in versi

 >> Alessandro Barbero – Come pensava un uomo del Medioevo? Il cavaliere

Noema: il canale YouTube di Carlo Sini

Il filosofo Carlo Sini così presenta il suo canale YouTube Noema:

“Sono Carlo Sini,
e su sollecitazione di alcuni giovani allievi ho deciso di tentare questo esperimento di portare la pratica della filosofia, l’esercizio concreto del pensiero filosofico, in questo nuovo medium di comunicazione per tentare nuove vie e per sperimentarne eventualmente anche i limiti, che però potrebbero diventare anche stimoli, occasioni di invenzioni nuove del modo di comunicare la filosofia. Naturalmente questo esperimento si gioverà moltissimo degli interventi, delle reazioni, delle critiche di coloro che vorranno confrontarsi con noi, che vorranno seguire questo laboratorio (chiamiamolo così) e farci conoscere le loro opinioni – li ringrazio sin d’ora”.

URL: <https://www.youtube.com/user/CarloSiniNoema>

Doctor Virtualis: una rivista online di filosofia medievale

Doctor Virtualis è una rivista online ad accesso aperto a cura delle cattedre di Storia della filosofia medievale dell’Università degli Studi di Milano.

N° 1 (2002): Il corpo e il testo
La tradizione agostiniana e la cultura del XII secolo.  Il pensiero monastico come possibile tentativo di ricostruire una teoria complessiva della conoscenza. Le immagini, le visioni, i simboli.

N° 2 (2003)Medioevo storico e Medioevo fantastico in Jorge Luis Borges

N° 3 (2004): La metafora nel Medioevo
Il Medioevo ha avuto nozione della metafora come strumento di conoscenza?
Secondo Umberto Eco ai medievali mancò un modello classificatorio, e quindi semantico, sufficientemente agile: non seppero mettere in crisi il modello canonico dell’albero di Porfirio.

N° 4 (2005): Dal Pra e il Medioevo
Lo studio della filosofia medievale come laboratorio teorico per Mario Dal Pra. L’Università degli studi di Milano nel secondo dopoguerra alle origini di una possibile tradizione storiografica.

N° 5 (2006): Bonaventura da Bagnoregio: filosofia, teologia, relazione

N° 6 (2007): Un Medioevo per il cinema: intentio, fictio

N° 7 (2007): Tradurre l’intraducibile
Liceità e limiti della traduzione nel medioevo latino e arabo-islamico

N° 8 (2008): Tracce di debolezza nel pensiero medievale

N° 9 (2009): Laicità e Medioevo

N° 10 (2010): Musica medievale e musica contemporanea

URL: <http://riviste.unimi.it/index.php/DoctorVirtualis/>

The Post Reformation Digital Library

The Post-Reformation Digital Library (PRDL) è una bibliografia dedicata alle fonti reperibili in rete che documentano il pensiero teologico e filosofico del periodo della Riforma e di quello immediatamente successivo (dalla fine del XV al XVIII secolo). Sono compresi anche testi tardomedievali e patristici che sono stati stampati nel periodo post-riforma e che sono stati oggetto di studio e di commento in quegli anni.

The Post-Reformation Digital Library (PRDL), hosted by the H. Henry Meeter Center for Calvin Studies of Calvin College and Calvin Theological Seminary, is a select bibliography that organizes the vast array of digital sources on the development of theology and philosophy during the Reformation and Post-Reformation/Early Modern Era (late 15th-18th c.) now available on the web. PRDL spans publicly-accessible collections from major research libraries, independent scholarly initiatives, and corporate documentation projects. With the proliferation of digital books scattered across various places on the web, it can be difficult for the individual scholar to find or keep track of all the new content that is appearing almost daily. PRDL is a collaborative effort to organize this content for scholars of early modern theology.

The core of the PRDL project involves the organization of thousands of documents available in digital form from sources including Google Books and the Internet Archive. Also included are the offerings of select digital libraries from Europe and North America, which are beginning to make digitized forms of their holdings available to the public. The project covers the work of hundreds of authors from a wide variety of theological, philosophical, and ecclesiastical traditions.

As of April 1, 2010, PRDL has identified works for over 400 Reformed, 70 Lutheran, 200 Roman Catholic, and 100 philosophy authors; and over 2000 Reformed, 400 Lutheran, 800 Roman Catholic, and 400 philosophy titles (excluding multiple volumes and editions; e.g. Calvin’s Opera Omnia counts as a single title). PRDL also has Opera Omnia or Collected Works (early modern and modern editions) for over 100 authors.

URL: <http://www.prdl.org/>

Gilles Deleuze a Vincennes (1975-1976): video delle lezioni su Rai.tv

Sul sito Rai.tv sono disponibili i video in bianco e nero (con sottotitoli in italiano) delle lezioni di filosofia tenute da Gilles Deleuze tutti i martedì mattina al Centro Universitario Sperimentale di Vincennes negli anni 1975 e 1976.

La creazione dell’Institut Polytechnique de Philosophie nel 1975 rappresentò un momento decisivo di sperimentazione. Cominciò allora la registrazione filmata delle lezioni di François Chatelet, Gilles Deleuze, Jean François Lyotard, René Scherer e di altri professori del dipartimento di Filosofia. Le registrazioni si protrassero fino al 1980, data del trasferimento della facoltà sperimentale da Vincennes a Saint Denis.

Si intendeva dare testimonianza, grazie a uno strumento particolare, la videocamera, di questa esperienza unica del Centro Universitario Sperimentale di Vincennes, concepito fin dall’inizio come un «laboratorio dell’utopia».

URL: <http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-b1b38ee4-c6d6-40dd-b2f7-883f1c732189.html#p=0>

Greek into Arabic: alle origini della filosofia arabo-musulmana

Il progetto Greek into Arabic è un progetto “Advanced Grant Ideas” dell’European Research Council iniziato nel 2010. Esso si propone di sviluppare, partendo dalla pseudo-Teologia di Aristotele, degli strumenti di consultazione e di analisi dei testi greci in traduzione araba che hanno dato origine alla filosofia arabo-musulmana.

La Teologia attribuita ad Aristotele agli inizi delle traduzioni dal greco in arabo è stata composta in base alle Enneadi di Plotino, e il progetto studia gli adattamenti dottrinali e le rese linguistiche di questo cruciale passaggio dal greco all’arabo.

Greek into Arabic è frutto della collaborazione tra l’Università di Pisa, la Ruhr-Universität di Bochum e l’Istituto di linguistica computazionale di Pisa (ILC/CNR).

Fa parte integrante del progetto anche la la rivista online Studia graeco-arabica (staff editoriale: Elisa Coda, Cristina D’Ancona, Cleophea Ferrari).

Indice del primo numero (2011):

  • Scolî medievali e tradizione antica / Domenico Cufalo
  • Platonic and Neoplatonic Terminology for Being in Arabic translation / Cristina D’Ancona
  • Yaḥyā ibn ‘Adī sulla differenza fra la logica greca e la grammatica araba / Ouafae Nahli
  • Book Announcements & Reviews

URL: <http://www.greekintoarabic.eu>

La vita di Giordano Bruno

“Attraverso oltre cinquecento schede tematiche, cinquanta schede biografiche e circa 500 immagini, è narrata la vita di Giordano Bruno, un filosofo in fuga attraverso l’Europa insanguinata dalle guerre di religione. Nel corso della sua esistenza, quest’uomo collerico, caparbio, consapevole del proprio valore e del destino mercuriale che la sorte gli ha affidato, si confronta con la crisi della Chiesa cattolica, la costituzione dei grandi stati nazionali, la ricerca della pace politica e religiosa, il rinnovamento della cultura, la dirompente scoperta dell’universo infinito. Le straordinarie vicende della sua vita, trascorsa nelle principali corti europee, sono lo specchio tragico in cui si riflette la storia dell’Europa all’inizio dell’Età Moderna.

Il sito ha l’intento di ricostruire e presentare, in modo semplice e sintetico, le principali vicende biografiche del filosofo nolano ma, al contempo, offre inevitabilmente anche uno spaccato dell’Europa tardo-cinquecentesca. Numerose schede, infatti, presentano anzitutto i caratteri politici, istituzionali e culturali delle regioni e delle città interessate dalla presenza di Bruno, restituendone un ritratto che contestualizza e illustra le tappe della formazione del filosofo e della costituzione della sua riflessione nel confronto con personaggi ed eventi di centrale importanza.

La varietà dei documenti riprodotti e messi a disposizione in formato digitale permette di familiarizzare con le fonti primarie di cui la ricostruzione storica si avvale: manoscritti e testi a stampa, incisioni eseguite mediante diverse tecniche, foto di monumenti. Per quanto riguarda i contenuti, consente di spaziare fra le questioni attorno alle quali erano sorti importanti dibattiti culturali, come le nuove proposte cosmologiche, filosofiche e politiche. I ricchi apparati iconografici permettono di compiere una sorta di viaggio temporale e di avere così notizia dell’aspetto dei personaggi più noti che dominavano le scene politiche e culturali, delle chiese e dei palazzi che abbellivano le città europee e offrivano imponenti sedi alla professione di quelle fedi e di quelle leggi a cui Bruno oppose costantemente la novità eversiva del proprio pensiero. Si possono vedere, ancora, documenti che riportano la notizia delle nuove invenzioni e descrivono le fogge del vestiario usato nei vari paesi, nonché raffigurazioni di eventi di primo piano sulla scena europea.

Passi tratti dalla documentazione processuale accompagnano puntualmente e vivacizzano il sintetico quadro che le schede offrono, richiamando costantemente la testimonianza diretta di Bruno e le parole con cui egli stesso rese conto della propria vita e della formazione della sua dottrina di fronte ai giudici.

Le antiche mappe delle città consentono di vedere la struttura che queste avevano nel tempo in cui Bruno vi era vissuto e la disposizione dei loro punti di maggior interesse per le vicende che lo avevano riguardato; per mezzo, poi, di una cartina dell’intera Europa si può visualizzare l’itinerario compiuto dal filosofo nel suo incessante viaggio di vita: da Nola, la città che gli diede i natali nel principio del 1548, attraverso l’Italia, la Svizzera, la Francia, l’Inghilterra, la Germania, fino al ritorno in Italia dove, il 17 febbraio del 1600, il rogo acceso a Roma in Campo dei Fiori pose fine ai suoi giorni.

Questo sito web rappresenta un adattamento per la fruizione online dei contenuti dell’omonimo cd-rom La vita di Giordano Bruno, a cura di Simonetta Bassi. Frutto di una collaborazione fra l’Istituto di studi sul Rinascimento di Firenze e C.R.I.Be.Cu. – Centro di ricerche informatiche per i beni culturali (oggi Signum) della Scuola Normale Superiore di Pisa; il progetto è stato realizzato nell’ambito delle iniziative promosse dal Comitato nazionale per le celebrazioni di Giordano Bruno nel quarto centenario della morte, presieduto da Michele Ciliberto”.

URL: <http://vitadibruno.signum.sns.it>

Archivio Giulio Cesare Vanini (1585-1619)

L’ILIESI CNR (Consiglio nazionale delle ricerche. Istituto per il lessico intellettuale europeo e storia delle idee) cura il sito Archivio Giulio Cesare Vanini: vita, opere, testi, documenti, iconografia, bibliografia, studi critici del filosofo rinascimentale.

L’Archivio si articola in varie sezioni, rispettivamente dedicate alla cronologia della vita e delle opere, alle stampe originali, ai testi in edizione moderna, alla documentazione archivistica, alle testimonianze, alla bibliografia, alla iconografia, agli studi e alla storia della critica.

Struttura dell’Archivio:

  • Cronologia della vita e delle opere. La sezione contiene una cronologia essenziale, ma nello stesso tempo sufficientemente articolata, tale da costituire un punto di riferimento per la consultazione delle altre sezioni.
  • Stampe originali. In questa sezione sono pubblicate on-line le edizioni originali dell’Amphitheatrum (Lugduni, De Harsy, 1615) e del De admirandis (Lutetiae, Perier, 1616). Ciascuna delle due stampe è accompagnata da una scheda introduttiva, comprendente la bibliografia primaria, la storia del testo e il censimento degli esemplari secenteschi esistenti nelle biblioteche del mondo.
  • Documenti. Sezione archivistica in cui sono pubblicati on-line, in lingua originale con rispettiva traduzione italiana, tutti i documenti relativi alla biografia vaniniana. Una nota introduttiva fornisce il necessario inquadramento storico della documentazione.
  • Testimonianze. In questa sezione sono pubblicate le testimonianze successive alla tragica fine di Vanini, da parte di autori che hanno avuto una conoscenza diretta del filosofo (dal 1619 al 1650 circa). La sezione è corredata da una premessa di carattere storico con gli opportuni ragguagli sugli autori e sul contesto storico delle varie testimonianze.
  • Iconografia. La sezione comprende la più ampia documentazione iconografica relativa a Vanini, ai personaggi e agli ambienti da lui frequentati.
  • Bibliografia. La sezione comprende l’intera bibliografia secondaria dal 1619 a oggi. I titoli sono disposti in ordine cronologico sulla base della data di pubblicazione delle prime edizioni degli studi. Ciascun titolo è accompagnato da una nota relativa a eventuali edizioni successive e traduzioni in altre lingue moderne nonché da una nota di commento circa i riferimenti riguardanti Vanini presenti nel testo preso in esame. La bibliografia è corredata da una introduzione sui criteri metodologici adottati e da un indice degli autori in ordine alfabetico (inizialmente è pubblicata la sezione relativa al secolo XIX).
  • Studi e storia della critica. In tale sezione si pubblicano brevi articoli inediti (anche sul lessico vaniniano) e si ripropongono studi vaniniani di particolare rilevanza. La sezione contiene, oltre a una dettagliata storia della critica della filosofia vaniniana, anche note informative sui più significativi contributi storiografici. Particolare attenzione è data alla produzione scientifica degli ultimi cinquant’anni.
  • Bacheca. La bacheca è intesa essenzialmente come uno strumento di informazione. In essa si darà notizia di pubblicazioni recenti o imminenti, nonché di convegni, congressi, conferenze, incontri, seminari ecc. che vertano direttamente o indirettamente su Vanini o sulla sua filosofia. Nella sezione potranno essere ospitate comunicazioni provenienti da Enti e Istituzioni culturali, Facoltà universitarie e singoli studiosi purché siano attinenti alle problematiche vaniniane.

URL: <http://www.iliesi.cnr.it/Vanini/Vanini_frame.php?lk=Vanini>

L’Opera omnia di Vico nell’edizione Laterza (con database di ricerca testuale)

E’ disponibile in Rete l’Opera omnia di Giambattista Vico negli 11 volumi dell’edizione Laterza (collana “Scrittori d’Italia”), con possibilità di ricerca integrale delle parole nei singoli volumi.

Il database di ricerca testuale è stato messo a punto dall’Istituto CNR-ILIESI Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee.

Dalla pagina di presentazione del progetto:

Dedicata a uno dei maggiori filosofi italiani, questa applicazione Web nasce nell’ambito della ricerca individuale a tema libero Vico digitale, finanziata nel 2008-2010 dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, sotto la responsabilità scientifica di Marco Veneziani, ricercatore dell’Istituto CNR “Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle idee”.

Obiettivo finale del progetto è di riunire in un prodotto informatico integrato tutti i materiali testuali e lessicali, relativi alle tre redazioni in italiano della Scienza nuova di Giambattista Vico (pubblicate nel 1725, 1730, 1744).

Per predisporre le risorse tecniche necessarie, e anche per la ricognizione o la verifica degli standard oggi disponibili per la rappresentazione digitale di testi e immagini, si è proceduto all’implementazione degli “opera omnia” di Vico pubblicati nel corso del Novecento dall’editore Laterza nella collana « Scrittori d’Italia » (otto volumi di cui il secondo in tre tomi e il quarto in due).

Anche se in parte superati dalle nuove edizioni critiche, i volumi sono ancora oggi, e in larga misura, punto di riferimento degli studiosi, insostituibili per la coerenza dei criteri editoriali di presentazione delle opere, nonché per le ampie note storico-critiche stese dai curatori, principalmente da Fausto Nicolini.

Sono attualmente (a settembre 2010) interrogabili i volumi seguenti: I, II-1, II-2, II-3, III, IV-1, IV-2, per un totale di 494.473 occorrenze nelle varie lingue adoperate da Vico.

URL: <http://151.100.146.63/DirVico/BookReader/html/application.html>

I corsi di Gilles Deleuze (1979-1987): tutte le registrazioni delle lezioni disponibili su Gallica

Tutti i corsi tenuti da Gilles Deleuze all’Università VIII di Parigi Vincennes-Saint-Denis tra il 1979 e il 1987, per un totale di 400 ore di lezioni: grazie alla generosità della famiglia Deleuze, di Hidenobu Suzuki e di Marielle Burckhalter, che ha realizzato le registrazioni, questo prezioso materiale documentario è stato depositato presso la Bibliothèque nationale de France e da oggi è accessibile a tutti sul portale Gallica.

Tout d’abord les cours de Gilles Deleuze enregistrés à l’Université de Paris VIII, Vincennes-Saint-Denis entre 1979 et 1987. Il s’agit là d’un témoignage unique d’une pensée en train de se construire en même temps qu’un art de la pédagogie poussé à son extrême. Grâce à la générosité de la famille de Gilles Deleuze, de Hidenobu Suzuki et de Marielle Burckhalter qui ont réalisé ces captations, ce sont 400 heures d’enregistrement qui sont ainsi venues rejoindre les collections du département de l’Audiovisuel de la Bibliothèque nationale de France et qui sont aujourd’hui consultables dans Gallica grâce à leur aimable autorisation.

URL: <http://gallica.bnf.fr/Search?ArianeWireIndex=index&p=1&lang=FR&f_typedoc=audio&q=deleuze>

Early Modern Thought Online (EMTO): una banca dati di testi filosofici

Early Modern Thought Online (EMTO) è un database che dà accesso a circa 13.500 libri di filosofia e discipline affini, come la storia della scienza e la storia della teologia, digitalizzati da biblioteche europee e d’oltreoceano.

Il progetto è curato dall’Istituto di Filosofia della FernUniversität di Hagen, Germania.

Early Modern Thought Online (EMTO) is a database offering access to about 13.500 digitized source texts from early modern philosophy and related disciplines like history of science and history of theology provided by libraries in Europe and overseas. In the present stage of its development, EMTO presents mainly links to external resources. A list of repositories is available.

EMTO is an ongoing project. We highly appreciate any further suggestions concerning digital resources on early modern philosophy and related disciplines.

EMTO has been developed at the Lehrgebiet Philosophie I of the Institut für Philosophie at the FernUniversität in Hagen, Germany, and is part of the activities of the ESEMP. It has been funded by the Gerda-Henkel-Stiftung and the Deutsche Forschungsgemeinschaft.

URL: <http://emto.fernuni-hagen.de>