Archivi categoria: Filosofia

Leibniz Central: un portale di ricerca dedicato a Gottfried Wilhelm Leibniz

Il portale Leibniz Central è uno spazio virtuale che offre strumenti bibliografici di qualità e materiali didattici dedicati alla figura del filosofo e scienziato Gottfried Wilhelm Leibniz.

Dalla pagina Central Suche si possono condurre ricerche su banche dati e cataloghi specializzati (vai alla maschera di ricerca avanzata >>Erweiterte Suche).

Segnaliamo soprattutto l’ottima  Bibliografia a cura della Gottfried Wilhelm Leibniz Library di Hannover, che contiene più di 25.000 riferimenti bibliografici di studi dedicati a Leibniz dal XVIII secolo ad oggi.

Una curiosità: il sito ospita anche brevi filmati video che illustrano con animazioni il funzionamento della famosa macchina aritmetica di Leibniz.

URL: <http://www.leibniz-bibliographie.de>

SIBIL: banca dati di Bioetica

SIBIL è un sistema integrato che nasce da un progetto di ricerca intrapreso dal Settore Documentazione dell’Istituto Superiore di Sanità nel 2001 con lo scopo di fornire una panoramica italiana, esauriente ed aggiornata, dei diversi canali d’informazione e formazione sui temi della bioetica. 

La banca dati del progetto SIBIL si propone di raccogliere, catalogare e indicizzare la documentazione italiana in bioetica a partire dal 1995, utilizzando un thesaurus di termini descrittori appositamente creato (TIB – Thesaurus italiano di bioetica).

La base di dati considera:

  • monografie;
  • capitoli di monografie;
  • articoli di periodici;
  • letteratura grigia (ad es. rapporti tecnici, newsletter, comunicati stampa);
  • normativa nazionale;
  • principali documenti di normativa internazionale;
  • siti internet

URL: <http://www.iss.it/sibi//dati/index.php?lang=1&tipo=4&anno=2009>

Festival della Mente 2012: disponibili tutti gli interventi (registrazioni audio e video)

Dal 31 agosto al 2 settembre 2012  si è tenuta la settima edizione del Festival della Mente di Sarzana, il festival dedicato alla creatività.

Sul sito del Festival si possono ascoltare e guardare tutti gli interventi di questa e delle scorse edizioni.

Programma 2012:

>> Gustavo Zagrebelsky – Il diritto alla cultura, la responsabilità del sapere

>> Marco Santagata – Dante egocentrico o profeta? Creatività e scrittura come missione

>> Anna Salvo – Il dolore è un cannocchiale che porta lo sguardo lontano

>> Andrea Moro – Parlo dunque sono. Il linguaggio attraverso i secoli

>> Giulia Lazzarini – MURI. Prima e dopo Basaglia

>> Paolo Rumiz e Alfredo Lacosegliaz Patchwork Ensemble – I Narrabondi. Reading musicale

>> Alessandro Barbero – Come pensava una donna nel Medioevo? Caterina da Siena

>> Luca Scarlini – approfonditaMente – Il pensiero che danza: il corpo come meccanismo di pensiero

>> Duccio Demetrio – approfonditaMente – La decima Musa: la Scrittura e i suoi miti

>> Giuseppe Civitarese – Usate i vostri colori! Sognare come funzione poetica della mente

>> Paolo Pejrone – Per un giardino moderno. Nella sostanza e nella forma

>> Franco Cordero – Fobia del pensiero

>> MASBEDO – approfonditaMente – L’artista come parassita sacrale

>> Marino Niola – approfonditaMente – Fra bio e dio. Il cibo tra conoscenza, resistenza e penitenza

>> Giacomo Marramao – Potere, creatività, metamorfosi

>> Luca Ronconi, Gianfranco Capitta – Teatro della conoscenza

>> Ascanio Celestini – Come nascono le storie

>> Erri De Luca – La parola come utensile

>> Ruggero Pierantoni – È solo una questione di dimensioni

>> Andrea Moro – Parlo dunque sono. I segreti del linguaggio

>> Marc Augé – La priorità della conoscenza

>> Enzo Moscato – Toledo Suite. Concerto spettacolo

>> Alessandro Barbero – Come pensava una donna nel Medioevo? Christine de Pizan

>> Rafael Spregelburd, Gianfranco Capitta – approfonditaMente – Sette peccati per potere vivere

>> Gustavo Pietropolli Charmet – Adolescenti a scuola: studiare il passato, ignorare il futuro

>> Marco Belpoliti – L’abito fa il monaco. Da Togliatti a Bossi, e oltre

>> Tullio Pericoli, Anna Ottani Cavina – Pensare con la mano

>> Mauro Agnoletti, Ilaria Borletti Buitoni – Cultura, ambiente, paesaggio. Per un futuro sostenibil

>> Fabio Giommi – approfonditaMente – Il potere dell’attenzione: trasformare la mente

>> Sergio Givone – Invenzione e scoperta. A proposito di creazione

>> Jacopo Perfetti – approfonditaMente – La Street Art e il caso Banksy

>> Haim Baharier – Qabbalà e economia di giustizia

>> Telmo Pievani – Quando nacque la mente umana. Come siamo diventati sapiens

>> Andrea Moro – Parlo dunque sono. Il cervello e il linguaggio

URL: <http://portale.festivaldellamente.it/it/edizione-2012?video=on>

Rousseau online: edizione digitale di tutte le opere di Jean-Jacques Rousseau

Rousseau online è la versione digitale della prima edizione dell’opera integrale di Jean-Jacques Rousseau, pubblicata a Ginevra tra il 1780 e il 1788 (Jean-Jacques Rousseau, Collection complète des oeuvres, 17 vol., in-4°, Genève, 1780–1788).

L’edizione digitale è in versione Beta ed è stata messa in rete il 10 luglio 2012.

I testi sono disponibili liberamente e possono essere consultati online oppure scaricati senza restrizioni in formato PDF o EPUB.

Viene segnalate anche la paginazione dell’edizione settecentesca, con link ipertestuali alle immagini digitalizzate delle singole pagine: trattandosi di una versione Beta sono ancora presenti alcuni errori dovuti al mancato riconoscimento dei caratteri durante la scansione OCR e in questi casi è utile poter effettuare un confronto immediato con l’edizione originale.

E’ possibile effettuare ricerche di stringhe di testo all’interno dei singoli volumi.

Riportiamo la bella scheda di presentazione del progetto pubblicata nella banca dati EHPS – European History Primary Sources  curata dall’Istituto Universitario Europeo di Fiesole:

Rousseauonline.ch  (Jean-Jacques Rousseau, Collection complète des oeuvres, 17 vol., in-4°, Genève, 1780–1788) is the Beta Version of a digital library collection inaugurated on the 10/07/2012. It provides access tonearly 10,000 pages of all the works of Jean-Jacques Rousseau (1712-1778) in their first reference edition and published in Geneva between 1780 and 1789.

The texts are available for reading online and also for free download in PDF and EPUB formats to be used with smartphones, tablets, readers, etc.. Both the texts and the illustrations are copyrighted under a Creative Commons license which authorizes copying, sharing and reuse of the texts, provided that the source – Rousseauonline.ch – is cited.
The text includes the original numbering of pages. Each page number is hyperlinked to a high definition image of the original page. The reader can freely navigate between text and digital images, meta-sources derived from the eighteenth century edition. The full-text search is allowed in all the works or selecting individual volumes but is currently limited to a search using an exact sequence of characters or words. The text still contains errors due to the optical character recognition (OCR) system used for the scanerisation. If you are in doubt, you may wish to refer to the original by clicking the original page number inserted in the text.

The project rousseauonline.ch has been created under the supervision of Enrico Natale, infoclio.ch (enrico.natale AT infoclio.ch) and is produced by infoclio.ch, the portal for asccessing Swiss professional historical scholarship in collaboration with the Geneva Library and the project e-rara.ch, a platform whcih makes digitized rare books from Swiss libraries available to the public, free of charge”.

URL: <http://www.rousseauonline.ch/>

Rai Filosofia: il portale di Rai Educational dedicato alla filosofia

RaiEdu Filosofia è il portale di Rai Educational dedicato alla filosofia in collaborazione con Rai Teche.

Il portale, ricco di contenuti, contiene interviste video a filosofi contemporanei, percorsi di approfondimento su argomenti specifici, dossier tematici, il calendario dei principali eventi dedicati alla filosofia (convegni, festival, incontri, seminari).

URL: <http://www.filosofia.rai.it/>

Bibliografia degli scritti di Umberto Segre

Nel luglio 2007 l’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia (INSMLI) ha messo in rete la bibliografia degli scritti di Umberto Segre (a cura di Giovanni Mari). La banca dati comprende 2638 record.

Dalla presentazione:

“Nel corso dei suoi oltre sessant’anni di vita (Cuneo 1908 – Milano1969), Umberto Segre fu attivo in diversi campi dall’insegnamento alla pubblicistica, dalla riflessione filosofica alla critica letteraria: sempre con un tratto forte di indipendenza e di libertà intellettuale. Fin da giovanissimo fu un interlocutore diretto di importanti protagonisti del mondo culturale del nostro paese: da Croce a Gentile, da Carlo Rosselli a Delio Cantimori, da Aldo Capitini a Augusto Del Noce.

La sua vicenda biografica e la sua fisionomia di ebreo laico e antifascista lo aprirono nel primo dopoguerra ad una riflessione morale strettamente intrecciata alla dimensione politica: non ancora ventenne fu coinvolto nell’avventura intellettuale di “Pietre”, l’ultima rivista antifascista pubblicata negli anni del regime, che assieme all’amico Vittorio Enzo Alfieri tentò d’introdurre negli ambienti della Normale a Pisa.

Arrestato una prima volta nel 1928 e ancora l’anno successivo per la sua attività clandestina e la sua solidarietà a Benedetto Croce oppositore del Concordato, subì il carcere ed infine scelse di emigrare per due anni in Francia. Al rientro in Italia si dedicò all’insegnamento mantenendo viva la sua riflessione filosofica in contatto con amici e intellettuali conosciuti negli anni giovanili (Alfieri, Cantimori, Carlo Ludovico Ragghianti, Vittorio Foà).

Alla dimensione etica e religiosa della filosofia lo aveva indirizzato la riflessione del maestro Giuseppe Rensi negli anni della formazione a Genova e l’incontro critico con la filosofia idealista, con la quale si confrontava la generazione dei suoi giovani amici e compagni di studi dapprima alla Normale di Pisa (Alfieri, Cantimori, Capitini, Claudio Baglietto, Ragghianti) e, dopo la sua espulsione da questa, all’Università di Torino (Massimo Mila, Foà, Ludovico Geymonat).

La guerra e la tragedia della shoah coinvolsero e annientarono quasi completamente la sua famiglia: la madre Ida Luzzati e la sorella Elena, furono deportate ed assassinate ad Auschwitz dopo il rastrellamento nel ghetto di Roma dell’ottobre 1943; il fratello Mario, importante e noto studioso di epigrafia greca, con la moglie Noemi Cingoli ed il figlio Marco di non ancora due anni furono arrestati a Roma ed assassinati ad Auschwitz nell’aprile del 1944. Segre rimase segnato in profondità da questi eventi, per sempre, e su di essi scelse il silenzio.

Nel secondo dopoguerra si dedicò soprattutto all’attività pubblicistica, imponendosi come commentatore politico con intelligenti e penetranti contributi all’interno di importanti collaborazioni (da “Lo Stato Moderno” di Mario Paggi a il “Il Ponte” di Piero Calamandrei, a “Il Giorno” di Enrico Mattei, a fianco del direttore Italo Pietra e di Paolo Murialdi) e attività editoriali (da “L’Astrolabio” nel 1963 a “Politica internazionale” con Calchi Novati nel 1969). In questa attività e nell’isegnamento universitario a Milano e a Trento sviluppò prevalentemente la dimensione sociopolitica dell’analisi con un’attenzione particolare alle questioni delle relazioni internazionali e ai grandi temi del dibattito politico interno: riforma elettorale, centro sinistra, questione altoatesina, contestazione giovanile.

Le vicende della sua biografia intellettuale e della sua battaglia culturale sono tracciate nei saggi pubblicati sul numero 220-221 di “Italia contemporanea”, del settembre-dicembre 2000, che rielaborano le relazioni presentate alla giornata di studio intitolata Umberto Segre: un antifascista scomodo (Milano, Università degli Studi, 15 dicembre 1999). I saggi sono scaricabili anche online.

Una parte degli articoli e dei saggi di Umberto Segre è stata ripubblicata dalla figlia Vera e dal genero Paolo Mugnano. Ma la maggior parte della ricca produzione di articoli rimane ancora sparsa nelle numerose testate a cui Segre collaborò. Per facilitarne la consultazione l’Insmli mette a disposizione la presente bibliografia. […]

Gli scritti sono presentati in ordine cronologico. Attraverso la ricerca indicizzata è possibile fare una ricerca mirata tra le pubblicazioni periodiche italiane ed estere, fare una ricerca per pseudonimi e per tipologia di contributi. Infine, è possibile trovare l’elenco delle pubblicazioni postume, ancora in corso, curate da Vera Segre e Paolo Mugnano”.

URL: <http://www.italia-liberazione.it/umbertosegre/>

Jean-Jacques Rousseau: una bibliografia a cura della BnF

In occasione del tricentenario della nascita di Jean-Jacques Rousseau che si festeggia quest’anno la BnF – Bibliothèque nationale de France pubblica sul web una bibliografia delle opere e degli studi dedicati al grande filosofo francese.

Si tratta di opere disponibili presso la Biblioteca nazionale di Parigi o accessibili online su Gallica, la biblioteca digitale della BnF.

Cette bibliographie sélective, rédigée à l’occasion du tricentenaire de la naissance de Jean-Jacques Rousseau, recense essentiellement des ouvrages disponibles en accès libre, principalement dans les salles H de la Bibliothèque d’étude (niveau haut-de-jardin) et V de la Bibliothèque de recherche (niveau rez-de-jardin).

URL: <http://www.bnf.fr/documents/biblio_rousseau.pdf>

Sullo stesso argomento leggi anche:

>> 1712 – 2012: è il tricentenario della nascita di Jean-Jacques Rousseau

>> La BnF digitalizza e mette in rete i manoscritti di Jean-Jacques Rousseau

Alcuin: una banca dati per la filosofia scolastica

Alcuin è una banca dati a cura della cattedra di filosofia dell’Università di Regensburg che, accanto a dati biografici, contiene informazioni sui testi di maestri medievali e di autori eruditi: fonti, tradizioni, informazioni, particolarità degne di nota.

Il quadro temporale abbraccia il peridoo che va dal 500 al 1500 dopo Cristo.

Il nucleo è rappresentato da autori di testi filosofici che scrivono in latino e comprende anche le fonti alle quali gli autori del testo hanno fatto riferimento (ad es. Avicenna).

La banca dati intende fornire un quadro aggiornato sullo stato della ricerca. Le informazioni inserite sono costantemente aggiornate.

URL: <http://www-app.uni-regensburg.de/Fakultaeten/PKGG/Philosophie/Gesch_Phil/alcuin/index.php>

Etica e Bioetica: lezioni universitarie in podcast su iTunes

Sul portale Federica Podstudio dell’Università Federico II di Napoli sono disponibili i podcast (iTunes) del corso di Etica e Bioetica tenuto dalla professoressa Emilia D’Antuono.

Unità 01:   Identità e storia della Bioetica

Unità 02:  La procreazione medicalmente assistita

Unità 03:  Vita nascente: l’embrione, il più enigmatico dei viventi

Unità 04:  La rivoluzione procreativa

Unità 05:  Direttive anticipate di trattamento

Unità 06:  Vivere la morte – Difficile eutanasia

Unità 07:  Le biotecnologie: introduzione

Unità 08:  Le biotecnologie per la salute

Unità 09:  L’eugenetca

Unità 10:  New eugenics

Unità 11:  Discriminazione genetica

Unità 12:  Bioetica e diritto

Unità 13:  Bioetica e diritti umani

Unità 14:  Le carte internazionali: il cammino della condivisione

Unità 15:  Bioetica ed estensione della cittadinanza

Unità 16:  Bioetica e ambiente

URL: <http://itunes.apple.com/it/itunes-u/etica-e-bioetica-federica/id391469149>

Biblioteca Benedetto Croce: i Taccuini di lavoro e la rivista Napoli nobilissima

Dal portale Internet culturale si accede alla collezione digitale della Fondazione Biblioteca Benedetto Croce di Napoli.

“La collezione comprende i Taccuini di lavoro di Benedetto Croce e il periodico Napoli nobilissima. Rivista d’arte e topografia napoletana (1892-1907).

Vergati tra il 1906 ed il 1949, i Taccuini di lavoro – ad eccezione di alcune parti, che Croce stesso diede alle stampe (B. Croce, Quando l’Italia era tagliata in due. Estratto di un diario, luglio 1943-giugno 1944, Bari, Laterza 1948, ristampato anastaticamente nel 2002) – rimasero a lungo inediti. Trascritti dal manoscritto autografo nella sua ultima stesura, a cura di Alda e Lidia Croce, furono pubblicati dalla Fondazione Biblioteca Benedetto Croce nel 1992 (B. Croce, Taccuini di lavoro, voll. I-VI, ed. fuori commercio in 500 copie num., Napoli, 1992, pp. 3000). Di recente, a cura della Fondazione, è stato redatto il relativo Indice dei nomi (B. Croce, Taccuini di lavoro. Indice dei nomi, Napoli, Arte Tipografica, 2011).

Il manoscritto dei Taccuini è conservato nell’Archivio della Fondazione, nelle sue diverse redazioni autografe: dai Diari (36 «libricini di vario formato»), ai sei volumi rilegati in pergamena che contengono la redazione definitiva.

Il periodico Napoli nobilissima, fondato a Napoli nel 1892 da Benedetto Croce, Riccardo Carafa d’Andria, Giuseppe Ceci, Luigi Conforti, Salvatore Di Giacomo, Michelangelo Schipa, Vittorio Spinazzola, il periodico ebbe cadenza mensile e fu stampato dall’editore Pierro. Il titolo della rivista venne scelto da Croce, che ne teorizzò il programma: scrivere la storia artistica e topografica di Napoli, al fine di conservare, proteggere e migliorare il patrimonio antico della città. Nel corso del primo quindicennio di vita, la rivista ospitò articoli di carattere divulgativo, ma promosse anche ricerche volte a raccogliere il materiale per una storia dell’arte meridionale. Oltre ai fondatori, firmarono importanti articoli altri esponenti di rilievo del panorama culturale meridionale, fra i quali Bartolommeo Capasso, Giustino Fortunato, Fausto Nicolini.

Nel 1907 si chiuse, con il Commiato di Croce, la prima serie della rivista; seguirono una serie II (1920-1922) ed una serie III (1961-)”.

Accedi alla collezione

Bertrand Russell alla radio: il ciclo inaugurale delle Reith Lectures

Ogni anno, a partire dal 1948, la BBC invita un personaggio di rilievo a tenere un ciclo di conferenze per la radio (BBC Radio 4). Questi prestigiosi cicli di conferenze sono noti come Reith Lectures.

La serie delle Reith Lectures fu inaugurata nel 1948 dal filosofo inglese Bertrand Russell con un ciclo di sei trasmissioni intitolato Authority and the Individual.

  • Social Cohesion and Human Nature (trasmissione andata in onda il 24 dicembre 1948) – In his first lecture Russell explores the role of impulses in human nature. He charts the way these impulses have manifested themselves throughout history, from very primitive communities through to more ‘civilised’ societies.

[ascolta durata della trasmissione: 30 minuti]  [leggi la trascrizione]

  • Social Cohesion and Government (trasmissione andata in onda il 2 gennaio 1949) – In his second lecture Russell examines how forms of social cohesion have developed throughout history and considers the effects of increasing state control, as exemplified by Soviet Russia.

[ascolta durata della trasmissione: 30 minuti]  [leggi la trascrizione]

  • The Role of Individuality (trasmissione andata in onda il 9 gennaio 1949) – In his third lecture Russell considers the importance of individual initiative to a community, and argues for flexibility, local autonomy, and less centralisation in society. Modern organisations, he says, must be more flexible and less oppressive to the human spirit if life is to be saved from boredom.

[ascolta durata della trasmissione: 30 minuti]  [leggi la trascrizione]

  • The Conflict of Technique and Human Nature (trasmissione andata in onda il 9 gennaio 1949) – In his fourth lecture Russell examines what part human nature has played in the development of civilised society, and argues that poverty, suffering and cruelty are no longer necessary to the existence of civilisation. He believes these can be eliminated with the help of modern science, provided it operates in a humane spirit, and with an understanding of the springs of happiness and life.

[ascolta durata della trasmissione: 30 minuti]  [leggi la trascrizione]

  • Control and Initiative: Their Respective Spheres (trasmissione andata in onda il 23 gennaio 1949) – In his penultimate Reith lecture Bertrand Russell considers which matters should be controlled by the state in a healthy and progressive society, and what should be left to private initiative. He argues that in our complex world, there cannot be fruitful initiative without government, but nor can there be government without initiative.

[ascolta durata della trasmissione: 30 minuti]  [leggi la trascrizione]

  • Individual and Social Ethics (trasmissione andata in onda il 30 gennaio 1949) – In his final lecture Russell relates social and political doctrines to the individual ethics by which people guide their personal lives. He argues that Man needs a sense of personal morality to guide his conduct, and must learn to be critical of tribal customs and beliefs that may be generally accepted amongst his neighbours. Primitive impulses, he says, can find harmless outlets in adventure and creation. He suggests that Man has always been subject to two miseries: firstly, those imposed by external nature which are now largely diminished by science; and secondly, those that men inflict on each other, such as through war. Russell rejects the argument that human nature demands war, believing instead that the greed for possession will lessen as the fear of destitution is removed from society.

[ascolta durata della trasmissione: 30 minuti]  [leggi la trascrizione]

URL: <http://www.bbc.co.uk/programmes/p00h9lz3/episodes/player>

La Filosofia della conoscenza al Collège de France

Il Collège de France vanta una tradizione di dieci lustri nell’insegnamento della filosofia della conoscenza, grazie all’attività didattica e di ricerca di  Jules Vuillemin, Jacques Bouveresse e Claudine Tiercelin.

Il sito La Philosophie de la connaissance au Collège de France pubblicherà a breve libri e contributi scritti dai tre professori, in lingua francese o in inglese.

Il sito, da poco inaugurato, ospita per il momento il volume Qu’est-ce qu’un système philosophique? di Jacques Bouveresse, contenente le lezioni tenute al Collège nel 2007 e nel 2008.

À travers les enseignements de Jules Vuillemin, Jacques Bouveresse et Claudine Tiercelin, la philosophie de la connaissance a, depuis cinquante ans, une présence forte au Collège de France. Appuyée sur une certaine tradition du rationalisme en France, largement ouverte aux philosophies de langue allemande et anglaise et au style de pensée analytique, elle s’y est développée selon des voies originales.
Le site éditorial « La philosophie de la connaissance au Collège de France » a pour but de rendre visible et largement accessible cette tradition de pensée.

Il publie :

a) des cours, des conférences et des recueils d’articles, ainsi que des ouvrages inédits ou épuisés de ces trois professeurs ;

b) des livres issus des colloques et des séminaires organisés par leurs chaires ;

c) des livres écrits par des membres de leurs équipes, ou par des chercheurs associés à leurs chaires ;

d) d’autres livres étroitement liés à la même tradition de pensée.

Ces ouvrages sont publiés en français ou en anglais, éventuellement bilingues.

Ils sont organisés en plusieurs collections :

  • Langage et connaissance
  • Métaphysique et connaissance
  • Rationalité, vérité et démocratie

URL: <http://philosophie-cdf.revues.org>

Lezioni di filosofia tenute da grandi filosofi

Sul sito Open Culture sono riportati i link alle registrazioni di cicli di lezioni di filosofia tenute da importanti filosofi presso università americane.

Ecco l’elenco delle risorse che abbiamo selezionato:

John Searle

Philosophy of Language (2010) – iTunes –  UC Berkeley
Philosophy of Mind (2010) – iTunes –  UC Berkeley
Philosophy of Society (2010) – iTunes –  UC Berkeley

Hubert Dreyfus

Existentialism in Literature & Film (2009) – iTunes –  UC Berkeley
Heidegger (2007) – iTunes –  UC Berkeley
Heidegger’s Being & Time – iTunes (2008) –  UC Berkeley
Man, God, and Society in Western Literature – iTunes (2010) –  UC Berkeley

Walter Kaufmann

Kierkegaard and the Crisis in Religion (1960) – Internet Archive
Nietzsche and the Crisis in Philosophy (1960) – Internet Archive
Sartre and the Crisis in Morality (1960) – Internet Archive

Leo Strauss – The Leo Strauss Center (University of  Chicago)

Aristotle’s Nicomachean Ethics (1963) – audio
Plato’s Gorgias (1963)audio
Vico (1963) – audio
Hobbes’ De Cive and Leviathan (1964)audio
Aristotle’s Rhetoric (1964)audio
Introduction to Political Philosophy (1965) – audio
Hegel’s The Philosophy of History (1965)audio
Plato’s Political Philosophy: Protagoras (1965)audio
Montesquieu’s The Spirit of the Laws (1966)audio
Plato’s Meno (1966)audio
Plato’s Political Philosophy: Apology and Crito (1966)audio
Seminar in Kant (1967) – audio
Aristotle’s Ethics (1968)audio
Plato’s Laws (1970-1971)  – audio
Nietzsche, Beyond Good and Evil (1971) – audio

Molti altri corsi di Filosofia sono disponibili qui: http://www.openculture.com/philosophy_free_courses

La BnF digitalizza e mette in rete i manoscritti di Jean-Jacques Rousseau

clicca sull'immagine per vedere il documento

In occasione del 300° anniversario della nascita di Jean-Jacques Rousseau (vedi questo post) la BnF – Bibliothèque nationale de France ha digitalizzato e reso disponibili ai lettori di tutto il mondo un cospicuo numero di manoscritti del filosofo francese.

Grâce à un projet de numérisation concertée, Gallica donne accès à un corpus unique de manuscrits de Rousseau conservés dans diverses institutions françaises. Aux côtés des collections de la BnF, vous trouverez Les ConfessionsL’Émile, plusieurs versions de La Nouvelle Héloïse de la bibliothèque de l’Assemblée nationale. […]

Per maggiori informazioni rinviamo alla lettura del comunicato ufficiale pubblicato sul numero 61 (gennaio-marzo 2012) di “Chroniques de la Bibliothèque nationale de France”, la webzine della BnF.

Leggi anche questo post sul blog di Gallica.

URL: <http://multimedia.bnf.fr/chroniques/chroniques_61/index.html#/24/zoomed>

1712 – 2012: è il tricentenario della nascita di Jean-Jacques Rousseau

Per tutto il 2012 la Francia festeggerà i 300 anni dalla nascita di Jean-Jacques Rousseau con iniziative culturali, mostre ed eventi.

Una prima rassegna degli appuntamenti in programma è disponibile sul blog Rousseau 2012.

Sono già disponibili le bibliografie delle opere di Rousseau e degli studi critici su Rousseau disponibili nei cataloghi degli editori francesi (l’elenco è aggiornato al gennaio 2012).

Un repertorio più consistente delle pubblicazioni dedicate a Rousseau è pubblicato sul sito Rousseau Studies: la Bibliographie mondiale de Rousseau è a copertura internazionale e conta migliaia di voci.

Le opere di Rousseau sono naturalmente disponibili anche online, essendo in pubblico dominio. Si possono trovare, ad esempio, su Gallica, Le Classiques des sciences sociales, Athéna, Wikisource.

Per una visione d’insieme sulle risorse disponibili online consigliamo la lettura di un post pubblicato sul blog Biblioweb, intitolato Jean-Jacques Rousseau: petite webographie pour un tricentenaire.

URL: <http://biblioweb.hypotheses.org/8758>