Archivio delle carte private di Alcide De Gasperi: un inventario

   

Il fondo Alcide De Gasperi è stato depositato agli Archivi Storici delle Comunità Europee di Firenze dalla figlia Maria Romana De Gasperi nel corso della solenne cerimonia che ha celebrato, il 7 novembre 2001, il venticinquesimo anniversario dell’entrata in attività dell’Istituto Universitario Europeo di Firenze.

L’insieme del fondo è costituito da circa 200 dossier privati dello statista italiano e da alcune decine facenti parte delle carte di alcuni tra i più stretti collaboratori del Presidente. Essi sono per lo più composti da corrispondenza, scritti e discorsi, note e memoranda generalmente manoscritti e non di rado inediti prodotti o ricevuti dal Presidente De Gasperi nel corso della sua vita pubblica o raccolti da Maria Romana De Gasperi.

La stessa Maria Romana De Gasperi ha preparato, con l’aiuto di una sorella, un catalogo dei documenti che sono stati conservati tra il 1953 e il 2002 presso il suo domicilio romano.

L’interesse del fondo per la ricerca storica è considerevole, in quanto i documenti illustrano apprezzabilmente la genesi e lo sviluppo successivo della Democrazia Cristiana italiana e i rapporti, spesso contrastati, che De Gasperi ha intrattenuto con correnti e personalità influenti all’interno del proprio partito. Un altro aspetto interessante di queste carte è rappresentato dalle testimonianze legate all’attività politica svolta sotto l’impero austroungarico da De Gasperi a favore dell’irredentismo trentino. Uno spazio particolare deve essere riservato ai documenti che illustrano l’opposizione al regime fascista e alle relazioni di Alcide De Gasperi con il Vaticano durante gli anni bui della dittatura. Infine, una menzione speciale meritano le carte, molto numerose e varie, che si occupano delle questioni di politica internazionale e della politica estera italiana: il Trattato di Pace, l’adesione dell’Italia al Patto atlantico, la questione di Trieste, il Piano Schuman e l’elaborazione di un trattato per la creazione di una Comunità europea di Difesa.

L’inventario provvisorio, disponibile in formato PDF, si riferisce alle carte che sono tutt’ora in possesso della famiglia De Gasperi. Anticipa il futuro trasferimento dell’archivio privato di Alcide De Gasperi presso gli Archivi Storici dell’Unione europea a Firenze che avverrà in tempi e modi ancora da concordare. Tale inventario provvisorio è fornito ai ricercatori a titolo puramente indicativo e nessuna richiesta di documenti può essere inoltrata agli Archivi fino alla data del deposito delle carte a Firenze.

  Archivio Alcide De Gaspeti : inventario provvisorio. – Firenze : Istituto Universitario Europeo; Archivi Storici dell’Unione Europea, 2003.

URL: <http://www.eui.eu/ECArchives/pdf/ADG.pdf>


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.