Lezioni universitarie di storia e filosofia in podcast

moodle.gif

L’Università di Pisa ha scelto di attivare, a partire dal l’anno accademico 2007-2008 una piattaforma di e-learning per l’insegnamento a distanza (Moodle) che mette a disposizione materiale didattico per gli studenti dell’Ateneo.

L’iscrizione alla piattaforma è riservata agli studenti regolarmente iscritti all’Università di Pisa. Tuttavia, alcune lezioni audio dell’anno accademico 2006-2007 sono accessibili senza restrizioni. In particolare, per quanto riguarda l’area storico-filosofica:

Prof.ssa Enrica Salvatori – Introduzione agli studi storici (scarica qui i file audio)

Prof.ssa Enrica Salvatori – Storia medievale (scarica qui i file audio)

Prof. Gennar Luigi Linguiti – Filosofia teoretica (scarica qui i file audio)

Prof. Tiziano Raffaelli – Storia del pensiero economico (scarica qui le lezioni del Modulo A; scarica qui le lezioni del Modulo B)

Prof. Alessandra Fussi – Storia della filosofia antica (scarica qui i file audio)

Prof.ssa Cristina D’Ancona – Storia della filosofia araba medievale (scarica qui i file audio)

URL: <http://moodle2006.humnet.unipi.it/course/category.php?id=21>


8 pensieri su “Lezioni universitarie di storia e filosofia in podcast

  1. miki

    Non capisco perche’ i professori invece che fare le lezioni all’aperto per far vedere che le universita sono aperte alla societa civile e altre cose non vere, non cominciano a togliere le password dai siti con le audiolezioni: ma di che cosa hanno paura? di perdere iscritti e quindi denaro per l’ universita’ ? A parte che se uno vuole prendere la laurea deve iscriversi e pagare comunque, tutto questo NON PUO’ essere paragonato al bene che esse fanno e potrebbero fare : il sito Webcast Berkeley l’ anno scorso era gia’ a 10 milioni di podcast scaricati e la qualita’ didattica dei podcast es di Storia della filosofia antica di questo semestre e’ NETTAMENTE inferiore a quello della Fussi e della D’ Ancona nel moodle2006 pisano : non riesco a impedirmi di sentire come non nobile questa cosa della password, ogni volta che ci penso.

    Rispondi
  2. EF

    La scelta di rendere il materiale didattico accessibile in Rete è a discrezione dei singoli docenti.

    Grazie per la vostra attenzione, Elena Franchini

    Rispondi
    1. Leo

      Giusto che la scelta sia lasciata a discrezione dei singoli docennti.
      Però si potrebbe suggerire ai docenti di confrontarsi con altre realtà universitarie… per esempio l’ MIT mette a disposizione più di 1000
      (mille) corsi tutti gratis…

      Comunque, grazie per quello che è già disponibile, che è molto apprezzato.

      Rispondi
  3. Marco Lalomia

    Ho scoperto con entusiasmo l’iniziativa di E-learning attuata mettendo a disposizione materiale disattico, lezioni ecc.

    Non capisco, però, la decisione di permettere l’accesso senza restrizioni solo ad alcune lezioni, riservando l’iscrizione alla piattaforma agli studenti regolarmente iscritti all’Università di Pisa.

    Sarebbe meraviglioso se tutti potessero accedere.

    Grazie e saluti

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.