MaGI – Manoscritti greci d’Italia: catalogo in linea dei manoscritti greci conservati nelle biblioteche italiane

naumachia

Manoscritti greci d’Italia [MaGI] è il catalogo in linea dei manoscritti greci conservati nelle biblioteche italiane. Il progetto si propone di realizzare il censimento uniforme dei dati identificativi essenziali di tutti i manoscritti greci conservati sul territorio italiano, accompagnati da almeno una riproduzione fotografica per ciascuna unità codicologica e da una bibliografia il più possibile esaustiva ed aggiornata.

MaGI nasce dalla collaborazione di un gruppo di docenti universitari, giovani ricercatori e responsabili di biblioteche di conservazione, uniti da interessi specifici ed esperienze nel campo della catalogazione e dello studio di manoscritti greci.  Il progetto è realizzato in collaborazione con Nuova Biblioteca Manoscritta, un progetto promosso da Regione del Veneto e Università Ca’ Foscari di Venezia.

Dalla pagina di presentazione del progetto:

«Il numero dei manoscritti greci conservati in biblioteche italiane maggiori e minori ammonta approssimativamente a circa 6.500 unità librarie (cui se ne aggiungono circa 4.700 possedute dalla Biblioteca Apostolica Vaticana). Tali cifre sono da considerare puramente indicative, in quanto includono un quantitativo non determinabile di manoscritti di epoca recente o di natura archivistica e, soprattutto, non tengono conto della struttura unitaria o composita dei singoli volumi.
La conoscenza di questo patrimonio indubbiamente ricco, ma (rispetto ad altri ambiti) numericamente non esorbitante, è a tutt’oggi limitata dalla mancanza di strumenti adeguati, sia per quanto concerne la catalogazione (qualitativamente variegata e ferma in molti casi a iniziative dei secoli passati), sia per quanto attiene alla documentazione fotografica e alla bibliografia.
Le riproduzioni dell’ampio ventaglio di scritture greche attestate nei codici greci conservati in Italia sono complessivamente poche, limitate ai manoscritti e alle tipologie grafiche più note, disperse in sedi di pubblicazione di diversa natura ed accessibilità. È evidente, d’altronde, l’interesse di un censimento sistematico della bibliografia specialistica (già disponibile per i codici greci della Biblioteca Ambrosiana di Milano e allo studio in altre sedi), in linea con iniziative analoghe in corso di sviluppo presso prestigiose istituzioni straniere.
Date queste premesse, la realizzazione di un primo censimento sistematico dei manoscritti greci d’Italia, associato ad un album paleografico digitale, si pone come un obiettivo di sicuro rilievo per la ricerca e per la valorizzazione di un patrimonio librario importante e ancora non sufficientemente conosciuto».

URL: <http://www.nuovabibliotecamanoscritta.it/MaGI/catalogo.html?language=it>

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *