L’archivio fotografico di Roman Vishniac

Vishniac

Negli ultimi anni sono stati pupbblicati in rete diversi articoli dedicati all’opera fotografica di Roman Vishniac (1897-1990).

Le fotografie di Vishniac documentano la cultura ebraica nell’Europa dell’Est alla vigilia della sua eclissi con fotografie di grande bellezza e potenza espressiva.

Egli raccontò con la fotografia, su commissione dell’ente umanitario ebraico American Joint Distribution Committee (JDC), la vita nelle città e nei ghetti degli ebrei europei (soprattutto dell’Est) tra il 1935 e il 1938.

Queste foto mostrano delle persone e dei luoghi che non esistono più; ma, nel mio ricordo, esse sono sempre là. Spero che voi guarderete ciascuna di queste foto assieme alla loro storia, e che anche voi vedrete il mondo che io ho visto.  

[R. Vishniac]

L’archivio personale di Roman Vishniac è oggi conservato presso l’International Center of Photography di New York (>> consulta l’inventario online) e merita una menzione speciale la meravigliosa banca dati che contiene migliaia di sue opere fotografiche digitalizzate e liberamente accessibili.

Per saperne di più rimandiamo agli ottimi articoli di Letizia Cortini (pubblicati sul blog Visioni dalla storia e sulla rivista online Il mondo degli Archivi) e a un post pubblicato da Gabriella Alù sul blog NonSoloProust:

>> Letizia Cortini, Raccontare la Shoah prima della Shoah: Roman Vishniac

>> Letizia Cortini, L’archivio di Roman Vishniac: un patrimonio dell’umanità

>> Gabriella Alù, Un mondo scomparso: Roman Vishniac

 

URL: <http://vishniac.icp.org/>


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *