Tag Archives: riviste storiche digitalizzate

Giornali e riviste dell’Illuminismo tedesco (1750-1815)

illuminismo

E’ in fase di completamento il progetto di digitalizzazione delle riviste tedesche pubblicate tra il 1750 e il 1815, realizzato dall’Università di Bielefeld con la collaborazione dell’editore Georg Olms Verlag  e dell’Accademia delle Scienze di Göttingen.

Il progetto, iniziato nel 2000, comprende i periodici contenuti nell’Index deutschsprachiger Zeitschriften 1750-1815 dell’Accademia delle Scienze di Göttingen (>> vai alla banca dati).

La terza fase, che dovrebbe concludersi nel 2016, prevede l’arricchimento della collezione con altre 31 riviste; il nuovo sito permette anche la stampa di ogni singolo articolo in pdf.

 

URL: <http://www.ub.uni-bielefeld.de/diglib/aufklaerung/neu/index.htm>

[via Bibliostoria]

Biblioteca digitale romagnola: riviste storiche digitalizzate

RomagnaCartina

Segnaliamo l’emeroteca digitale della rete delle biblioteca romagnole (Provincia Ravenna, Provincia Forli-Cesena, Provincia Rimini, Repubblica di San Marino), che permette l’accesso alle riproduzioni digitalizzate di molte riviste storiche stampate in Romagna dal Settecento («La gazzetta di Ravenna») alla metà del Novecento.

Ecco l’elenco di tutte le testate disponibili:

– Ali di guerra  (annate 1941-1943)
– Annali di economia  (annate 1924-1939)
– Archivio di studi corporativi  (annate 1930-1938)
– L’arte fascista  (annate 1926-1929)
– La cavalcata  (annate 1923-1925)
– Il cittadino  (annata 1896)
– Corriere di Lugo  (annate 1908-1909)
– Cronache della guerra  (annate 1939-1943)
– La difesa della razza  (annate 1940, 1943)
– Il Domani  (annate 1911-1913)
– Il faro romagnolo  (annate 1915-1916)
– La fiaccola  (annata 1921)
– La fiaccola  (annate 1941-1942)
– La fiamma  (annata 1910)
– Fronte  (annate 1940-1943)
– La gazzetta di Lugo  (annate 1987-1898)
– La gazzetta di Ravenna  (annate 1716-1774)
– La giovine Italia  (annate 1937-1938)
– L’idea popolare  (annate 1920-1923)
– L’imparziale  (annate 1840-1847)
– Il lavoro  (annate 1871-1900)
– La libertà  (annate 1921-1923)
– La lotta  (annata 1889)
– Lotta di classe  (annata 1921)
– Il messaggero  (annata 1927)
– Il piccolo: settimanale cattolico  (annate 1945-1959)
– La nuova Europa  (annate 1944-1946)
– Popolo fascista  (annate 1922-1923)
– Rassegna montiana  (annate 1928-1929)
– Il ravennate  (annate 1864-1887)
– Razza e civiltà  (annate 1940-1943)
– La Romagna socialista  (annate 1921-1922)
– Santa Milizia: organo della Legione Romagna  (annate 1922-1944)
– Il Socialista  (annate 1902-1922, 1945-1950)
– La squilla  (annate 1914-1915)
– La vedetta  (annate 1892-1926)
– La via  (annate 1909-1910)
– La voce del combattente  (annata 1923)

URL: <http://scoprirete.bibliotecheromagna.it/SebinaOpac/.do?cdArticle=BIBLIODIGI>

Riviste europee delle avanguardie storiche digitalizzate

Action: Cahiers de philosophie et d’art

Action: Cahiers de philosophie et d’art

Il Blue Mountain Project della Princeton University è una collezione online che contiene più di 2.000 fascicoli di riviste d’avanguardia pubblicate in Europa tra il 1853 e il 1942. Tutti i fascicoli sono ricercabili a testo pieno, ovvero si può effettuare la ricerca di parole chiave attraverso questa maschera di ricerca.

Qui una panoramica delle riviste disponibili.

>> Ricerca per titolo

>> Ricerca per data

This collection contains fully searchable issues of important periodicals of the European avant-garde. This collection contains 2,017 issues comprising 48,653 pages and 51,570 articles.

URL: <http://bluemountain.princeton.edu/bluemtn/cgi-bin/bluemtn>

 

[Segnalazione di Dominique Poggi  >> leggi questo post]

Emeroteca digitale della Puglia

Terra di Puglia

La collezione Emeroteca digitale della Puglia comprende circa 900 testate di periodici posseduti dalle biblioteche pugliesi.

Lo scopo è quello di presentare una selezione di periodici stampati in Puglia  o comunque attinenti il territorio pugliese – pubblicati nel periodo che va dagli inizi del 1800 fino alla metà del 1900, con alcune eccezioni che si spingono fino agli anni 2000.

Tra le riviste disponibili troviamo la storica testata stampata dal tipografo Vecchi Rassegna pugliese di scienze, lettere ed arti, la Rassegna tecnica pugliese (organo del Collegio degli ingegneri e degli architetti pugliesi), la Rivista di giureprudenza, il Giornale delle Puglie, il Giornale del Regno delle Due SiciliePuglia rossa (organo della federazione socialista di Terra di Bari), il giornale umoristico Fanfulla.

Numerosi sono i periodici di interesse locale come L’IrideFavillaAltamura,La SferzaIl circondario di BarlettaNoci gazzettinoIl RubastinoIl faro di Vieste, il Gazzettino Dauno, il Giornale dell’Intendenza di Capitanata, l’Asso di bastone.

Si segnalano anche diversi periodici napoletani, tra cui Poliorama pittorescoIl LuciferoIl Monitore napolitano, posseduti dalle biblioteche pugliesi e presenti nella collezione.

La collezione non è ancora completa, seguiranno aggiornamenti.

URL: <http://www.internetculturale.it/opencms/opencms/it/collezioni/collezione_0111.html>

Periodici digitalizzati della Biblioteca di archeologia e storia dell’arte di Roma

BiASA – Periodici italiani digitalizzati è l’emeroteca digitale della Biblioteca di archeologia e storia dell’arte di Roma, considerata in Italia la più importante istituzione del settore**.

La banca dati offre alla libera consultazione 117 testate possedute dalla Biblioteca, per un totale di 785.321 immagini, pubblicate tra il XVIII e i primi decenni del XX secolo.

Vai all’elenco delle riviste

URL: <http://periodici.librari.beniculturali.it/>

** Per un quadro informativo d’insieme sulla Biblioteca di archeologia e storia dell’arte di Roma si consiglia la lettura di questo articolo (scarica online il PDF):

Amedeo Benedetti, La Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte, “Biblioteche oggi”, n. 10 (dicembre 2005), p. 33-39.

Periodici parmensi digitalizzati

Biblioteca Palatina di Parma

La collezione di periodici digitalizzati della Biblioteca Palatina di Parma è costituita da un insieme di 331 testate uscite con pochi numeri o delle quali si conservano alcune testimonianze, quasi tutte risalenti ad un arco temporale compreso tra la seconda metà dell’Ottocento e la prima metà del secolo scorso, ed è distinta in raccolta di testate edite a Parma, che compongono la quasi totalità del fondo (Miscellanee Giornali Parmensi), o altrove (Miscellanee Giornali). La loro importanza storica è indubbia per ricostruire gli avvenimenti di oltre un centinaio d’anni, dal periodo postunitario alle due guerre mondiali.

Questi fogli, spesso clandestini, assumono, seppure riferiti a una realtà locale, valenza nazionale in un periodo che vide la città di Parma al centro di fermenti sociali e laboratorio di idee, dalla nascita delle prime camere del lavoro e delle leghe sindacali agli scioperi agrari del 1908, che portarono alla costituzione di una nuova corrente nel movimento sindacale italiano, la componente anarco-sindacalista, fino ai movimenti di resistenza all’insorgente fascismo, che culminarono con le barricate dell’agosto 1922.

Le due raccolte, per un totale di 13.603 carte rilegate in 290 volumi, sono state a loro volta suddivise in base al formato, Misc. Giorn. A e Misc. Giorn. Parm. A, per i giornali di dimensioni più ridotte, e Misc. Giorn. B e Misc. Giorn. Parm. B per quelli, il maggior numero, più grandi.

I giornali sono stati restaurati, rilegati, digitalizzati e catalogati in SBN.

URL: <http://www.internetculturale.it/opencms/opencms/it/collezioni/collezione_0079.html>

Periodici lucani digitalizzati: fonti per la storia della Basilicata

“La Biblioteca nazionale di Potenza, attraverso la realizzazione del Progetto Digitalizzazione di periodici lucani microfilmati, si è prefissa l’obiettivo di creare un archivio digitale che documenti la storia lucana e che sia un valido punto di riferimento per lo studio e per la valorizzazione della Basilicata.

Le testate digitalizzate si riferiscono a periodici lucani pubblicati tra il 1854 ed il 1954, i cui originali sono posseduti, per la maggior parte, dalla Biblioteca nazionale centrale di Firenze. Si tratta di materiale di difficile reperibilità, acquisito (su pellicole da 35 mm) nel corso degli anni ’90 in seguito ad una campagna di riproduzione in microfilm promossa e realizzata dalla stessa Biblioteca Nazionale di Potenza, con lo scopo di documentare, in modo più ampio, la stampa e la cultura lucana.

Grazie a questo progetto di digitalizzazione, tali periodici – la cui consultazione è molto richiesta dagli studiosi di storia locale – sono ora visionabili on-line. La produzione della copia digitale, oltre a garantire una più ampia accessibilità, soddisfa anche l’importante esigenza di potenziare l’attività di tutela dei microfilm posseduti, preservandoli, nel tempo, da possibili danneggiamenti. Sono state digitalizzate 132 testate, per un numero complessivo di oltre 30.000 pagine che, nel loro insieme, offrono un panorama rappresentativo di storia lucana”.

URL: <http://www.internetculturale.it/opencms/opencms/it/collezioni/collezione_0044.html>

La stampa francese del XVII e XVIII secolo: giornali dell’Ancien Régime disponibili online

Le gazetier universel è un repertorio di risorse digitali che elenca alfabeticamente per titolo tutti i giornali e le riviste storiche francesi del periodo dell’Ancien Régime che sono accessibili gratuitamente sul web. Per ciascun titolo è indicato il posseduto (= le annate disponibili online) con link diretto alla biblioteca digitale che consente l’accesso alle risorse documentarie.

Le gazetier universel est une bibliothèque virtuelle ordonnée de la presse d’Ancien Régime. Ce répertoire, entrepris par Denis Reynaud au printemps 2009, propose aujourd’hui 8500 liens vers plus de 400 titres de périodiques en langue française des XVIIe et XVIIIe siècles, librement consultables en ligne. Établi à partir de Google Books et de quelques autres sites, il est régulièrement complété et corrigé.

URL: <http://gazetier-universel.gazettes18e.fr/>

[via Archivalia]

Il Marzocco: digitalizzate tutte le annate (dal 1896 al 1932)

La biblioteca del Gabinetto Vieusseux di Firenze ha digitalizzato tutte le annate della rivista «Il Marzocco».

«Il Marzocco» è una rivista fiorentina di letteratura e arte diretta da Enrico Corradini, sorta il 2 febbraio 1896 e terminata il 25 dicembre 1932, che prende il nome dal leone simbolo di Firenze.

Nata un anno dopo il «Convito», il settimanale «Il Marzocco», il cui titolo viene scelto da Gabriele D’Annunzio e ripete il nome e l’impresa araldica dell’antico leone rampante in rame (che costituiva uno degli stemmi della Repubblica fiorentina) del Comune, inizia le sue pubblicazioni il 2 febbraio 1896 sotto il futuro direttore de «Il Regno», Enrico Corradini. Il manifesto della rivista, steso da Saverio Garàno e Gabriele D’Annunzio, denota chiari ideali di estetismo antipositivista: Negli anni che vanno dal 1896 al 1899 la polemica del Marzocco contro l’accademismo erudito procede di pari passo con le tendenze di carattere estetizzante che vogliono ridare vita alla letteratura e alle arti figurative.

La rivista si presenta subito, alla prima pubblicazione, con i suoi eleganti quattro fogli, in bel formato e con incisioni in bistro (che diventeranno sei grandi in nero, con incisioni e fotografie di opere d’arte).

In questo modo «Il Marzocco» dà inizio alla serie fiorentina delle riviste dell’estetismo che continueranno all’inizio del Novecento con «Leonardo» e «Hermes» (da qui).

URL: <http://www.vieusseux.it/coppermine/index.php?cat=25>

Emporium: riproduzione digitale della rivista e banca dati delle immagini (1895-1964)

Emporium è una celebre rivista italiana di arti e grafica, stampata a Bergamo dall’Istituto italiano di arti grafiche.

Fondata nel 1895, la pubblicazione è continuata fino al 1964. Per molti decenni la rivista ha rappresentato un punto di riferimento importante per l’arte italiana.

Emporium appartiene al genere delle riviste illustrate. Sorse su ispirazione della pubblicazione inglese The Studio. An illustrated magazine of fine and applied art, apparsa a Londra nel 1893, e non mancò, in seguito, di ispirarsi ad altre riviste del genere, in particolare alle tedesche Pan (sorta nel 1895 a Berlino) e Jugend – Münchner illustrierte Wochenschrift für Kunst und Leben (apparsa a Monaco nel 1896).

Per questa sua apertura internazionale, Emporium svolse un ruolo importante nel far conoscere le maggiori correnti artistiche europee (dai Preraffaelliti allo Jugendstil), contribuendo ad orientare i gusti artistici in Italia.

La rivista Emporium conta in totale 140 volumi, ognuno dei quali contiene 6 fascicoli.

Il Laboratorio delle arti visive della Scuola normale superiore di Pisa ha portato a termine la digitalizzazione di tutti i fascicoli della rivista e ha realizzato una banca dati che consente il recupero di tutte le illustrazioni della rivista, alle quali l’utente potrà accedere attraverso diverse opzioni di ricerca. La banca dati è costituita da circa 70.000 schede.

URL: <http://www.artivisive.sns.it/progetto_emporium.html>

Magazines and War 1936-1939: riviste della Guerra civile spagnola

Il sito Magazines and War 1936 – 1939: Spanish Civil War Print Culture (Riviste e Guerra 1936 – 1939: cultura e stampa nella Guerra civile spagnola) è nato in occasione della mostra omonima che si è tenuta tra gennaio e aprile 2007 presso il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia di Madrid. La mostra raccoglieva pubblicazioni periodiche a stampa e pubblicazioni effimere (manifesti, volantini ecc.) provenienti da una ventina di collezioni pubbliche e private, con lo scopo di documentare il ruolo degli artisti nel periodo della Guerra civile spagnola.

Il sito consente di visualizzare 30 fascicoli selezionati tra tutti quelli esposti. Si tratta di esemplari appartenenti alla collezione della biblioteca del Museo di Madrid e a quella della Univeristy of Illinois’ Rare Book and Manuscript Library.

The website Magazines and War 1936 – 1939 : Spanish Civil War Print Culture is a virtual exhibition of serial publications and ephemera from this period, based upon an exhibition held in early 2007 at Madrid’s Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofí­a. Here, users can browse in detail 30 different magazines held by the Museo and the Rare Book and Special Collections Library at the University of Illinois, Urbana-Champaign. Usefully, the titles may be browsed by political affiliation, region or theme, and each magazine is accompanied by summary text. Links to related online research resources are provided, as is a detailed description of the original exhibition. This is a beautiful and extremely valuable resource, which will be of interest to those working on Spanish history, culture, and specifically the role of artists during the Civil War.

URL: <http://www.magazinesandwar.com/>

Storia degli Stati Uniti d’America (1840-1900): la biblioteca digitale della Cornell University

moa

La Cornell University partecipa al progetto Making of America con una collezione di testi digitalizzati (monografie e riviste) che documentano la storia sociale degli Stati Uniti d’America tra il 1840 e i primi del Novecento.

The Cornell University Library Making of America Collection is a digital library of primary sources in American social history from the antebellum period through reconstruction. The collection is particularly strong in the subject areas of education, psychology, American history, sociology, religion, and science and technology. This site provides access to 267 monograph volumes and over 100,000 journal articles with 19th century imprints. The project represents a major collaborative endeavor in preservation and electronic access to historical texts.

Elenco dei testi al momento disponibili:

Libri

Civil War Official Histories (160 volumi)
Selected 19th Century Monographs (144 volumi)

Riviste

American Missionary (1878 – 1901)
American Whig Review (1845 – 1852)
Atlantic Monthly (1857 – 1901)
Bay State Monthly (1884 – 1886)
Century (1881 – 1899)
Continental Monthly (1862 – 1864)
Galaxy (1866 – 1878)
Harper’s New Monthly Magazine (1850 – 1899)
International Monthly Magazine (1850 – 1852)
Living Age (1844 – 1900)
Manufacturer and Builder (1869 – 1894)
New England Magazine (1886 – 1900)
New Englander (1843 – 1892)
New-England Magazine (1831 – 1835)
North American Review (1815 – 1900)
Old Guard (1863 – 1867)
Punchinello (1870)
Putnam’s Monthly (1853 – 1870)
Scientific American (1846 – 1869)
Scribner’s Magazine (1887 – 1896)
Scribner’s Monthly (1870 – 1881)
The United States Democratic Review (1837 – 1859)

URL: <http://digital.library.cornell.edu/m/moa>

La Biblioteca digitale del Research Centre for Islamic History, Art and Culture (IRCICA)

periodical

La Biblioteca digitale dell’istituto turco IRCICA (Research Centre for Islamic History, Art and Culture) di Istanbul sta realizzando un’interessante biblioteca digitale che già raccoglie una sessantina di documenti di varia natura: edizioni rare e traduzioni del Corano pubblicate in vari paesi, una selezionie di testi significativi sulla storia della Turchia, fotografie, mappe e altro materiale iconografico di interesse storico, oltra alla collezione di giornali storici turchi conservati presso la Biblioteca dell’IRCICA.

In particolare, sono stati digitalizzati i primi 17 numeri del periodico Resimli Uyanış: Servet-i Funun: Haftalık Siyasi ve Edebi Türk Gazetesi (pubblicato a Istanbul a partire dal 1890), per un totale di 208 pagine digitalizzate. Il giornale è in turco ottomano, scritto in caratteri arabi.

URL: <http://e-library.ircica.org/index.php>