Tag Archives: Rinascimento

Le lettere indirizzate a Jacob Burckhardt tra il 1842 e il 1897: una raccolta digitale

worldletter_collection4

Jacob Burckhardt (Basilea 1818 – ivi 1897) è considerato uno dei più importanti storici del XIX secolo. Dopo aver studiato teologia, filologia, storia dell’arte, filosofia, seguì all’università di Berlino i corsi in storia di Leopold von Ranke. Intraprese nel 1846 il primo viaggio in Italia. L’incontro con l’antichità lo portò a riformulare il problema della fine del mondo classico, visto non in chiave puramente negativa (Voltaire, Gibbon) ma come fondamento della nuova civiltà medievale (Die Zeit Konstantins des Grossen, 1852). Dall’insegnamento di storia dell’arte tenuto tra il 1855 e il 1858 presso il Politecnico di Zurigo nacque Der Cicerone (1855), introduzione al godimento delle opere d’arte italiane imperniata sulla figura di Raffaello. Nel 1858 cominciò a insegnare all’università di Basilea. Due anni dopo apparve Die Kultur der Renaissance in Italien. Ein Versuch, in cui Burckhardt fornì un’immagine vivacissima del Rinascimento italiano, considerato come epoca d’individualismo e di realismo, di scoperta dell’uomo e della natura. Postuma apparve l’ultima grande opera storica, la Griechische Kulturgeschichte (4 voll., 18981902). Ugualmente postume apparvero le Weltgeschichtliche Betrachtungen (1905), testimonianza della lucida, amara consapevolezza del prossimo e inevitabile avvento delle masse sulla scena della storia, cui seguirà, secondo Burckhardt, la distruzione dell’aristocrazia dello spirito e della cultura e la scomparsa di ogni libertà. Nel 1896 fu nominato socio straniero dell’Accademia dei Lincei [fonti: Enciclopedia Treccani online e Wikpedia].

«Burckhardsource.org è una biblioteca digitale creata in seno al progetto The European correspondence to Jacob Burckhardt, finanziato dallo European Research Council e coordinato dalla Scuola Normale Superiore di Pisa, che si propone di creare un’edizione critica ad accesso aperto della corrispondenza allo storico dell’arte svizzero. Uno degli scopi del progetto è rispondere alle questioni filologiche per mezzo delle nuove tecnologie.

Le lettere a Jacob Burckhardt ricostruiscono una delle più significative corrispondenze del diciannovesimo secolo. Scritte da circa quattrocento corrispondenti in tedesco, italiano, inglese e francese, le lettere coprono infatti un arco temporale che va dal 1842 al 1897 e costituiscono una preziosa testimonianza di un periodo denso di importanti trasformazioni culturali. E’ in quegli anni che emerge il concetto moderno di democrazia e in cui la cultura industriale si definisce in contrasto con gli ideali neo-umanisti. La corrispondenza inoltre è una testimonianza del dibattito sulla nascita e il consolidamento della storia dell’arte come disciplina autonoma, separata dalla storia e dall’archeologia».

[da: Francesca Di Donato, Susanne Müller, Biblioteche digitali semantiche. Il progetto Burckhardtsource.org, «Bibliotime», anno XVI, numero 1, marzo 2013. URL: <http://www.aib.it/aib/sezioni/emr/bibtime/num-xvi-1/didonato.htm>]

 

URL: <http://burckhardtsource.org/>

Le Guerre d’Italia (1494-1559): una bibliografia curata dalla BnF

La tregua di Nizza del 1538 tra Francesco I e Carlo V

La tregua di Nizza del 1538 tra Francesco I e Carlo V

La BnF – Bibliothèque nationale de France redige utili bibliografie tematiche basandosi sui documenti posseduti e catalogati dalla biblioteca.

Tra le bibliografie di Storia disponibili, segnaliamo quella dedicata alle Guerre in Italia (1495-1559).

Per un breve quadro introduttivo, riportiamo i primi paragrafi della voce Wikipedia Guerre d’Italia del XVI secolo:

«Le Guerre d’Italia o Grandi Guerre d’Italia furono una serie di otto conflitti, combattuti prevalentemente sul suolo italiano nella prima metà del secolo XVI (per la precisione durarono dal 1494 al 1559), aventi come obiettivo finale la supremazia in Europa.

Furono inizialmente scatenate da alcuni sovrani francesi, che inviarono nella penisola italiana le loro truppe, per far valere i loro diritti ereditari sul Regno di Napoli e poi sul Ducato di Milano. Da locali le guerre divennero in breve tempo di scala europea, coinvolgendo oltre alla Francia, soprattutto la Spagnae il Sacro Romano Impero.

Al termine delle guerre la Spagna si affermò come la principale potenza continentale, ponendo gran parte della penisola italiana sotto la sua dominazione diretta (Regno di Napoli, Ducato di Milano, Stato dei Presidi) o indiretta; gli unici stati italiani che seppero mantenere una certa autonomia furono ilDucato di Savoia (legato alla Francia) e la Repubblica di Venezia, mentre il Papato, pur autonomo, risultava perlopiù legato alla Spagna dalla comune politica di far prevalere in Europa la Controriforma cattolica».

>> Scarica la bibliografia  [file .pdf – 376 Kb – 22 pagine]

Francesco Patrizi, filosofo del Rinascimento

Patrizi

Facciamo nostra l’interessante segnalazione di Klaus Graf comparsa sul blog Archivalia riguardo alla pubblicazione online degli atti di un convegno di studi dedicato al filosofo rinascimentale Francesco Patrizi.

Dalla Prefazione del volume:

«From the 24th through the 26th of April, 2014, the Center for Renaissance Texts at the Palacky University in Olomouc, Czech Republic, organized the international conference Francesco Patrizi: Philosopher of the Renaissance.
The conference was supported by the European Social Fund (ESF) and the Czech Government within the framework of the Center for Renaissance Texts (CRT).
The aim of the conference was to support reasearch on the philosophy of Francesco Patrizi (Frane Petrić, born in Cres / Cherso 1529, died in Rome, 1597), one of the leading thinkers of the late Renaissance period and who achieved renown for his deep knowledge of Classical literary and philosophical texts and as a radical opponent of Aristotelianism and a defender of Platonic philosophy. His writing was not only on philosophy, but dealt also with the methodology of sciences, literature, history, musicology and political thinking. About twenty scholars from Croatia, Italy, Slovenia, Germany, France, Belgium, Luxembourg, USA and Czech Republic discussed this variety of topics in Patrizi´s thought and its influence at the conference “Francesco Patrizi: Philosopher of the Renaissance” in Olomouc. This volume contains the majority of the contributions».

Indice dei contributi:

  • Maria Muccillo, Dall’ordine dei libri all’ordine della realtà: ordine e metodo nella filosofia di Francesco Patrizi
  • Marie-Dominique Couzinet, History and Philosophy in Francesco Patrizi’s Dialoghi della istoria (1560)
  • Kateřina Šolcová, Philosophical Perspective of Humanist Discourse on History: Ars historica in Patrizi’s and Pontano’s Dialogues
  • Luka Boršić, Patrizi and history of philosophy
  • Stefano Gulizia, First Notes on Francesco Patrizi’s Methods of Argumentation
  • Luc Deitz, “Il poeta è facitore del mirabile”. Francesco Patrizi da Cherso on the Aim of Poetry   .
  • Ivana Skuhala Karasman and Luka Boršić, Patrizi and His Women
  • Paul Richard Blum, Francesco Patrizi’s Principles of Psychology
  • Erna Banić-Pajnić, Marsilio Ficino and Franciscus Patricius on Love
  • Jacomien Prins, Francesco Patrizi, Unrequited Love and the Power of Music
  • Barbara Bartocci, Paolo Beni and his friendly criticism of Patrizi
  • Jan Makovský, The New Geometry of Francesco Patrizi
  • Matjaž Vesel, Franzesco Patrizi, a Renaissance Philosopher and the Science of Astronomy
  • Petr Pavlas, The Book of the Mind: The Shift Towards the Subject in Patrizi and Comenius
  • Tomáš NejeschlebaJohannes Jessenius, Between Plagiarism and an Adequate Understanding of Patrizi’s Philosophy
  • Jan Čížek, Patricius – Alstedius – Comenius. A Few Remarks on Patricius’ Reception in Early Modern Central Europe

 

>> Per approfondire, vai alla voce Francesco Patrizi della Stanford Encyclopedia of Philosophy

URL: <http://www.renesancni-texty.upol.cz/soubory/publikace/Francesco_Patrizi_Conference_Proceedings.pdf>

Banche dati Gonzaga

Barbara Gonzaga (Andrea Mantegna, Camera degli Sposi, Mantova)

Barbara Gonzaga (Andrea Mantegna, Camera degli Sposi, Mantova)

«Banche Dati Gonzaga è un portale realizzato dal Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te, in collaborazione con l’Archivio di Stato di Mantova e la Scuola Normale Superiore di Pisa, con il sostegno di Comune di Mantova e di Fondazione Cariverona.

Esso presenta diverse fonti documentarie provenienti principalmente dall’Archivio Gonzaga – ancora oggi non del tutto esplorato – per la conoscenza della storia di Mantova e della famiglia che per quasi quattro secoli l’ha governata (1328-1707).

Le informazioni sono prevalentemente relative alla storia dell’arte, al collezionismo, e al mecenatismo della corte.

L’iniziativa è accompagnata da un progetto di ricerca che prevede varie fasi di sviluppo:

  • l’immissione e la consultazione on line di banche dati già esistenti e la loro implementazione;
  • la creazione di nuove banche dati;
  • il collegamento a banche dati analoghe già esistenti su altri siti.

Al momento sono disponibili:

 

URL: <http://banchedatigonzaga.centropalazzote.it/>

Musica a stampa del Cinquecento e del Seicento

La Bayerische Staatsbibliothek ha avviato nel febbraio 2012 il progetto di digitalizzazione della sua collezione di musica a stampa pubblicata tra il XVI e il XVII secolo: si tratta della più vasta raccolta al mondo di musica polifonica a più voci e comprende anche intavolature e trattati teorici.

The first complete digital colour copies of the DFG-funded project “Printed sheet music of the 16th and 17th century for several voices in the BSB: digitisation and online provision” are available now.

The systematic digitisation of the almost 1,400 prints was started in February 2012. These works represent the largest collection worldwide of early printed sheet music and are mainly based on the holdings at the time of the foundation of the Court Library.

The majority of the prints are voice prints with vocal music for several voices, but also tablatures, chanson and choir books, as well as some individual scores and theoretical works.

The catalogue entries, complemented by bibliographic data and links to the digital collections, can be searched in the OPACplus and in the subject OPAC for music of the Bayerische Staatsbibliothek. The completed digital copies are furnished with internal hyperlinks to the tops of the voice books and with original tables of contents, and can currently be viewed in single-page or double-page mode in the DFG viewer.

 research tool permits searching for author, title, shelf mark and year of publication. Moreover, in the further course of the project a special viewer will be developed that will permit the simultaneous viewing of associated voices on one screen.

URL: <http://daten.digitale-sammlungen.de/~db/ausgaben/uni_ausgabe.html?projekt=1328176523>

La memoria del Ducato di Milano: i registri delle lettere di Francesco I Sforza

Il progetto La memoria degli Sforza prevede la pubblicazione digitale dei primi sedici registri delle missive di Francesco I Sforza (Duca di Milano dal 1450 al 1466) conservati presso l’Archivio di Stato di Milano.

L’iniziativa, realizzata dall’Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere di Milano, si propone di valorizzare un patrimonio documentario di rilevante interesse per la storia lombarda, italiana ed europea, garantendo agli studiosi un’agevole consultazione dei volumi e una rapida ricerca delle informazioni grazie agli indici delle persone e dei toponimi.

Le missive sforzesche costituiscono una serie del più alto interesse per la storia politica, economica e amministrativa del Ducato di Milano e sono testimonianza dell’attività della cancelleria segreta con le magistrature centrali e periferiche dello stato e con gli ambasciatori sforzeschi presso le corti estere.

Si possono consultare singolarmente i registri (le lettere di ogni registro sono state numerate in ordine progressivo; di ognuna è stata indicata la data alla moderna) oppure selezionare le missive in base a un intervallo di anni (vai alla consultazione).

E’ possibile anche effettuare ricerche di singole parole (vai alla maschera di ricerca).

URL: <http://www.lombardiabeniculturali.it/missive/>

Imago Historiae: biblioteca digitale degli storici italiani dell’Umanesimo e del Rinascimento

  Imago Historiae nasce da un progetto ideato dall’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento e realizzato con la collaborazione di Signum, Centro di Ricerche Informatiche per le Discipline Umanistiche della Scuola Normale Superiore, e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali. Il fine è quello di realizzare una biblioteca digitale della storiografia italiana dell’età umanistico-rinascimentale, per offrire alla lettura e allo studio un corpus testuale composito, di cui fanno parte sia le opere, non ancora digitalizzate, degli storici più rappresentativi del periodo, sia gli scritti teorici e metodologici coevi, dedicati alla riflessione sulla natura e le finalità della ricerca storica.
Sono state acquisite, in formato immagine ad alta risoluzione, più di 50.000 pagine, per un totale di 48 opere, visualizzabili seguendo un percorso tematico (Percorsi) oppure scorrendo l’elenco delle opere (Opere), ordinate cronologicamente secondo la data di compilazione, o ancora effettuando una ricerca per autore e titolo. Ciascun testo è fornito di un proprio indice elettronico, conforme all’originale, che facilita l’accesso alla consultazione delle sue singole parti (tomi, libri, capitoli, lettere dedicatorie, ecc.) e di una scheda di introduzione, che lo contestualizza storicamente e che specifica le caratteristiche materiali del libro presentato.

Nella scelta delle edizioni da acquisire si sono privilegiate quelle più rare ed antiche, per favorirne la fruizione e, al tempo stesso, preservarle dall’uso. Si tratta, nella maggior parte dei casi, di esemplari appartenuti alle biblioteche di intellettuali, bibliofili ed eruditi dei secoli scorsi, di cui si sono riprodotti anche la coperta, la sovracoperta, i marginalia autografi, gli ex libris o qualunque altra nota di possesso, per dar conto dell’aspetto materiale e della storia del libro. Per restituire un quadro quanto più completo possibile della storiografia umanistico-rinascimentale, la riproduzione di edizioni moderne integra, dove necessario, quelle di edizioni pubblicate fra il XVI ed il XIX secolo.

La Biblioteca della Scuola Normale Superiore, la Biblioteca dell’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento e la Biblioteca Labronica Guerrazzi hanno favorito la realizzazione di questo progetto, rendendo disponibili i loro volumi.

URL: <http://imagohistoriae.signum.sns.it/index.php>

Bibliografia internazionale leonardiana

   La Bibliografia internazionale leonardiana (BIL) raccoglie i lavori di e su Leonardo da Vinci pubblicati nel mondo in qualunque ambito disciplinare. Comprende monografie, articoli di periodici, spogli da opere miscellanee ed enciclopedie, recensioni, letteratura grigia. È inoltre in corso di inserimento nella BIL il catalogo degli archivi epistolari conservati presso la Biblioteca Leonardiana di Vinci.

La Bibliografia internazionale leonardiana (che contiene attualmente oltre 12.000 record) risulta dalla cumulazione dei seguenti dati:

– il catalogo della Biblioteca Leonardiana di Vinci, che descrive le opere in possesso della Biblioteca Leonardiana e dell’Ente Raccolta Vinciana di Milano per il periodo che va dal 1493 alla data odierna (quelle possedute dall’Ente Raccolta Vinciana solo fino al 1989);

– il costante incremento della bibliografia attraverso:

1) lo spoglio dei repertori bibliografici Art index, Bibliografia italiana di storia della scienza, Bibliografia italiana di studi sull’Umanesimo ed il Rinascimento, Bibliografia nazionale italiana su Cd-rom, Bibliografia national espanola desde 1976 en Cd-rom, Bibliographie internationale de l’Humanisme et de la Renaissance, Bibliographie nationale française depuis 1970 sur Cd-rom, Bibliography of the history of art, Books in print plus su Cd-rom, Bookbank su Cd-rom, British national bibliography su Cd-rom, Deutsche Nationalbibliographie aktuell su Cd-rom, Historical abstract on disc, ISIS current bibliography;

2) lo spoglio delle bibliografie contenute nei periodici leonardiani Achademia Leonardi Vinci, Leonardo da Vinci Society Newsletter, Raccolta Vinciana e, più in generale, nel materiale posseduto dalla Biblioteca Leonardiana;

3) informazioni degli studiosi e segnalazioni di fornitori specializzati.

URL: <http://reanet.comune.empoli.fi.it/vinci/ricerche.htm>

Libri di feste del Rinascimento

   Splendido progetto a tema realizzato dalla British Library, che offre in libero accesso la digitalizzazione di una selezione di “libri di feste” stampati in Europa nel XVI e XVII secolo per celebrare visite ufficiali di regnanti e importanti eventi dinastici. Si tratta di pubblicazioni d’occasione nelle quali vengono descritti, seppur in modo idealizzato e non sempre rispondente al vero, gli apparati effimeri realizzati per le celebrazioni, nonché i riti e le cerimonie officiate, le musiche eseguite, gli spettacoli messi in scena. Si tratta di una fonte preziosa per gli studiosi di storia del costume e per quelli di storia della musica e dello spettacolo.

Da segnalare l’eccezionale qualità delle immagini (tutte le pagine possono essere ingrandite a schermo pieno, con altissima risoluzione) e l’ottimo apparato bibliografico che accompagna i testi. Sono disponibili pagine di approfondimento: particolarmente ricche le sezioni Background e Expert views.

Qui l’elenco delle opere digitalizzate:

1. A briefe discourse of the voyage and entrance of the Queene of Spaine into Italy: With the Triumphes and pomps shewed aswell in the Cittyes of Ostia, Ferrara, Mantua, Cremona, Milane, as in other boroughes and townes of Italy. Also the report of the voyage of the Archduke Albert into Almaigne. – London, [1599]. – [16] p. 4°.

2. A continuation of a former relation concerning the entertainment giuen to the Prince His Highnesse by the King of Spaine in his Court at Madrid. – London, 1623. – [2], 18 p. 4°.

3. A Description of the Funeral Solemnities, Performed in the Church of Nostre-Dame, at Paris: to Honour the Memory of his Excellency the Lord Henry de la Tour D’Avergne, Vicount Turenne … . – London, 1675. – [2], 30 p. 4°.

4. A Poem on the Coronation of our most Illustrious Sovereign K[ing] James II and his Gracious Consort Queen Mary. – London, 1685. – [2], 6 p. 4°.

5. A Relation of the Late Royall Entertainment Given by the Right Honourable the Lord Knowles, at Cawsome House neere Redding: to our most Gracious Queene, Queene Anne, in her progresse toward the Bathe. – London, 1613. – [32] p. 4°.

6. A True Account of the Invitation and Entertainment of the D. of Y. at Merchant-Taylors-Hall, by the Artillery-men, on Tuesday October 21th 1679. In a Letter, &c. – [London?], [1679?]. – 2 p. in folio.

7. A True Discourse of all the Royal Passages, Tryumphs and Ceremonies, obserued at the Contract and Marriage of the High and Mighty Charles, King of Great Britaine, and the most excellentest of Ladies, the Lady Henrietta Maria of Burbon, sister to the most Christian King of France. – London, 1625. – [2], 28, [16], 29-36 p. 4°.

8. A true relation of the manner of the coronation of the present King of Poland. And likewise an account of the celebration of the funerals of the two last deceased kings. – London, 1676. – 8 p. 4°.

9. Aboccamento della maesta caesarea, et del re christianissimo d[i] Francia fatto in Madrit per la pace et parentado loro, alli XI di febraro M. DXXVI. – [S.l., s.d.]. – [8] p. 4°.

10. Abriss vnnd Fürbildung Alles dess jenigen / so sich zu Franckfurt am Mayn im Jar 1612. als der Allerdurchleuchtigst / Grossmächtigist / vnd Unüberwündtlichest Fürst vnd Herr / Herr Matthias / erwöhlter Römischer König gekrönet und zum Kayer won den Churfursten erwöhlet worden öffentlich zugetragen … . – Augsburg, 1612. – [iii], 18 p. in folio, con 15 incisioni di Wilhelm Peter Zimmerman.

11. Acta Coronationis. Kornung Sigismundi Sweriges Göthes och Wendes Könungs … . – Stockholm, 1594. – [20] p. 4°.

12. Actes exhibez publiquement au consistoire par nostre saint pere Gregoire Pape xiij. aus ambassadeurs des rois du Iappon a Rome, le xxiij. mars. – Liège, 1585. – [40] p. 4°.

13. Apparato et feste nelle nozze dello illustrissimo signor duca di Firenze [et] della duchessa sua consorte, con le sue stanze, madriali, comedia, [et] intermedij, in quelle recitati. – Firenze, 1539. – 171, [1] p. 8°.

14. Apparato fatto dalla città di Milano per riceuere la serenissima regina d[onna] Margarita d’Austria sposata al potentiss[imo] re di Spagna d[on] Filippo III nostro signore. – Milano, 1599. – [40] p. 4°.

15. Ausführliche Beschreibung/ Dero Durchleuchtigsten Großmächtigsten Königin Christinæ, Gebornen Königin in Schweden/ [etc] Ankunfft in Rohm/ sambt dem Empfang/ Einzug/ unnd Beglaitung/ Auch wie selbige den 20. Decembr. 1655. solenniter beschehen/und vollbracht worden. [S.l.], 1656. – [8] p. 4°.

16. Ballet royal de la naissance de Venus. Dansé par sa majesté, le 26. de Ianuier 1665. – Paris, 1665. – 52 p. 4°.

17. Bericht von dem Königlichen Bolnischen Einzug in Crackau/ Nebst andern Particularien aus selbigem Königreich. Anno 1697. – [Leipzig?], 1697. – [4] p. 4°.

18. Beschreibung der einreittung Auch Krönu[n]g des Großmechtigsten Fürsten vn[d] Römischen Könings Caroli des fünfte[n] mit sampt aller andern Fürsten vnd herrn einreitten jetz Neülich beschehen zu Ach in Niderlandt im Jar Christi. M.vc.xx. – Mainz, [1520]. – [8] p. 4°.

19. Beschryuinghe van het ghene dat vertoocht wierdt ter inco[m]ste van d’Excellentie des Prince[n] van Oraengien binnen der Stede van Ghendt den xxix. Decembris 1577. Ghent, 1578. – [16] p. 4°.

20. Bref et sommaire recueil de ce qui a esté faict, [et] de l’ordre tenüe à la ioyeuse [et] triumphante entree de tres-puissant … prince Charles IX. de ce nom … en sa bonne ville [et] cité de Paris …. Avec le couronnement de … princesse Madame Elizabet d’Austriche son espouse … . – Paris, 1572. – 54, 10, 26, [2], 10 c., [2] c. di tav. 4º, con 16 litografie.

21. Breue racconto dell’arriuo in Bologna della serenissima regina Christina di Suezia et de’trattenimenti, e partenza di S. Maestà. – Bologna, 1655. – [4] p. in folio.

22. Breue raguaglio del funerale fatto al sereniss. Vincenzo, che fu* duca di Mantoua, e de Monferrato. – Mantova, 1628. – 32, 11, [3] p. 4°.

23. Breve descrittione della battaglia navale. et del castello de fochi trionfali, fatti … nelle gloriosissime nozze del sereniss[imo] principe de Mantoua … con la serenissima infanta D. Margarita di Sauoia. – Mantova, 1608. – 15, [1] p. 4°.

24. Breve descrizione delle pompa funerale fatta nelle essquie del serenmissimo D. Francesco Medici II. gran duca di Toscana. – Firenze, 1587. – 15, [1] p. 4°, con 2 incisioni.

25. Breve relatione dello sposalitio fatto della serenissima principessa Eleonora Gonzaga con la sacra cesarea maestà di Ferdinando II. imperatore. – Mantova, 1621-1622. – 78, [14] p. 4°.