Category Archives: Libri digitalizzati, e-book

Deutsches Textarchiv: biblioteca digitale in lingua tedesca

biblioteca_digitale

Deutsches Textarchiv (DTA) è un progetto di carattere interdisciplinare, finanziato della DFG – Deutsche Forschungsgemeinschaft, che ha consentito la digitalizzazione di circa 2.500 opere fuori diritti, in lingua tedesca, apparse tra il XVII e il XX secolo.

Si tratta di testi digitalizzati e poi trattati con sistemi di marcatura del testo secondo le tecniche di linguistica computazionale più avanzate (i testi sono tutti in formato HTML e sono disponibile anche in un formato TEI P5).

Questo trattamento consente una ricerca molto raffinata di nomi, singoli vocaboli e varianti del testo.

La collezione comprende classici di Storia, Storia dell’arte, Musicologia, Filologia, Filosofia, Diritto, Geografia, Scienze sociali, Chimica, Medicina, Biologia, Geologia, Matematica, Fisica.

>> vai alla pagina Wikipedia (in lingue tedesca) dedicata al progetto

URL: <http://www.deutschestextarchiv.de/>

Edizioni Ca’ Foscari: e-book ad accesso aperto

edizioni-cafoscari

«Le Edizioni Ca’ Foscari (ECF) pubblicano riviste e collane monografiche in formato digitale in tutti gli ambiti della ricerca accademica. Tutte le pubblicazioni sono messe a disposizione via internet con accesso libero e gratuito, nell’intento di alimentare e favorire la libera condivisione del sapere.

Tutti i testi e le ricerche giungono alla pubblicazione dopo un processo di valutazione da parte del comitato scientifico, che ne accerta la qualità. Sono quindi sottoposti a un’attenta cura editoriale e vengono trattati ai fini dell’indicizzazione nelle grandi banche dati bibliografiche on line.

Secondo questo orientamento editoriale, le Edizioni Ca’ Foscari nascono nel 2011 con il proposito di favorire la diffusione dei risultati della ricerca all’interno dell’Ateneo e da qui alla comunità scientifica nazionale e internazionale, basandosi sulle opportunità offerte dalle tecnologie digitali».

A titolo di esempio riportiamo una breve presentazione di alcune delle molte collane avviate:

Continue reading

Collezioni digitalizzate dell’Università di Napoli “L’Orientale”

UniOR

La piattaforma digitUNO rende disponibili le riproduzioni digitalizzate di testi e documenti del patrimonio bibliografico raro e di pregio dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”.

Il progetto, a cura del Sistema Bibliotecario di Ateneo, utilizza la piattaforma Omeka,  un software open source funzionale e flessibile già utilizzato a livello internazionale da un gran numero di biblioteche, musei, archivi e studiosi per pubblicare le proprie collezioni digitalizzate e che aderisce agli standard internazionali di descrizione bibliografica e di rappresentazione degli oggetti digitali.

La collezione comprende libri a stampa, documenti cartografici, manoscritti.

La sezione più cospicua è quella dedicata ai libri a stampa, con una selezione di opere che vanno dal XVI secolo agli inizi nel Novecento.

Molto interessante, invece, la sezione dediata alle carte geografiche. Il fondo cartografico dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” consiste in una raccolta di documenti, realizzati in Italia e all’estero, datati tra il XVII e il XX secolo. È una collezione geo-cartografica di notevole valore, composta da oltre 4.000 prodotti, tra atlanti, carte murali, fogli sciolti, planimetrie, carte topografiche, corografiche, planisferi, carte turistiche e tematiche alle diverse scale. Di particolare rilievo sono i manufatti del XVII e XVIII secolo, mentre le acquisizioni più recenti giungono al primo decennio degli anni Duemila.

Si tratta, in gran parte, di un fondo costituito da Elio Migliorini nel secondo dopoguerra (1942-1952), curato e arricchito da Vittorina Langella durante il suo magistero all’allora Istituto Universitario Orientale (1973-1990) e successivamente ampliato da Pasquale Coppola e Salvatore Diglio. A seguito di alterne vicende, legate anche ai numerosi trasferimenti delle sedi dell’Ateneo, negli ultimi venti anni la collezione è rimasta custodita in una piccola sala nella Biblioteca al IV piano di Palazzo Corigliano e solo di recente è stato possibile avviarne un iniziale riordino, per renderla nuovamente fruibile alla consultazione.

La varietà di tipologie dei materiali cartografici conservati attesta gli interessi di studio e di ricerca delle aree del mondo alle quali “L’Orientale” ha tradizionalmente rivolto la sua attenzione ed è espressione dei riflessi geografici e dei mutamenti geopolitici intervenuti – in differenti epoche storiche – in Asia, nel Vicino Oriente, in Africa, nelle Americhe, in Europa Occidentale e Orientale.

Nella prima fase il lavoro si è concentrato sulla selezione di una parte preziosa delle opere presenti, relative ai secoli XVII e XVIII, riuscendo ad effettuare il restauro e la digitalizzazione integrale di dieci manufatti (presenti nel catalogo on-line e resi disponibili alla consultazione), che mostrano un corpus di 1.460 immagini cartografiche e iconografiche.

URL: <http://digituno.unior.it/>

La Sapienza Digital Library

Sapienza

Sapienza Digital Library nasce da un progetto di ricerca realizzato in collaborazione tra l’Università La Sapienza di Roma e il Consorzio Cineca.

Sapienza Digital Library si pone come una infrastruttura digitale per la comunicazione di patrimoni culturali, scientifici ed ambientali appartenenti alla Sapienza e ad enti collegati o a donatori.

Elenco delle collezioni di risorse digitali disponibili:

Abbazie e monasteri cistercensi – Le forme dell’arte cistercense: architettura, scultura e miniatura.
La collezione fu avviata a metà degli anni Settanta dalla prof.ssa Angiola Maria Romanini, allora docente di Arte medievale presso l’Istituto di storia dell’arte dell’Università  (531 risorse digitali).

Archivi & Computer – Recupero retrospettivo della rivista «Archivi & Computer»  (52 risorse digitali).

Archivio Franca Rame Dario Fo – Selezione di materiali dell’Archivio della compagnia teatrale Fo Rame.
L’Archivio si compone di una ricca collezione di registrazioni, foto, copioni, manoscritti, stesure progressive dei lavori svolti, disegni, dipinti, bozzetti, manifesti, copie di contratti, fatture, libri, articoli, pubblicazioni italiane e straniere, premi e tutto quanto racconta la vita artistica, politica, personale di Franca Rame e Dario Fo  (933 risorse digitali).

Classici delle discipline economiche della Biblioteca Barone – Opere di scienze economiche, giuridiche, politiche, storiche e sociali.
La raccolta digitalizzata è una parte della sezione di libri antichi e di pregio della Biblioteca Barone, costituita in larga misura da opere della donazione Manna. Si tratta di testi soprattutto di economia: opere generali, di storia economica e su specifici argomenti quali la finanza, il lavoro, il mercato, l’organizzazione industriale, i cicli economici; sono presenti, però, anche molte opere di giurisprudenza, di scienza della politica, di storia italiana, europea e di Stati extraeuropei, soprattutto dei secoli XVIII e XIX  (22 risorse digitali).

Il fondo antico e di pregio della Biblioteca G. Castelnuovo – La matematica e i progressi della scienza dall’antichità all’età moderna.
Le opere provengono, per la maggior parte, dalla Biblioteca della Reale Scuola di Applicazione degli Ingegneri. Le edizioni più preziose del fondo antico della biblioteca sono quelle comprese tra il XV ed il XVIII secolo; i nove incunaboli, le 140 cinquecentine, e le pregiate edizioni del ‘600 e del ‘700 documentano in maniera completa il cammino della matematica attraverso i secoli  (34 risorse digitali).

Il fondo librario antico Giovanni Macchia – Fondo antico di libri di teatro e sul teatro.
Alle preziose cinquecentine si affiancano edizioni rare, quali: la prima edizione completa delle commedie del Goldoni edita dal Pasquali (Venezia 1761) in 17 volumi e con 80 tavole incise, le opere del Metastasio (Parigi 1780/82) in 12 volumi con 31 tavole incise, il Dictionnaire de musique di Rousseau (Parigi 1768), ecc.  (390 risorse digitali).

Immagini di strutture e costruzioni nel mondo – Architetture nel mondo studiate e fotografate da Carlo Severati.
La collezione di diapositive conservata presso la Biblioteca centrale di architettura nasce come servizio didattico per l’insegnamento della storia dell’architettura contemporanea a partire dagli anni Ottanta. Numerose le tematiche di interesse: dalle diapositive dedicate alle opere degli architetti italiani ed europei a quelle relative all’architettura americana e ibero-americana e orientale, con significative sezioni dedicate al Giappone, a quelle relative a determinate epoche storiche (tra le altre, la Germania tra le due guerre), o a tendenze e movimenti specifici (razionalismo, bauhaus, costruttivismo etc.)  (96 risorse digitali).

Ingegneria, tecnica e architettura dagli albori al XIX secolo – I libri antichi della Biblioteca Centrale della Facoltà di Ingegneria.
La Biblioteca “G.Boaga” fu costruita nel 1873 come Biblioteca della Scuola di Applicazione degli Ingegneri in Roma, ma essa già preesisteva dal 1817 quando Pio VII istituì la Scuola di Ingegneria. Il suo fondo antico (libri editi dal 1450 al 1830) è composta di 793 volumi. Parte dei volumi sono stati digitalizzati all’interno del Progetto Prodigi e la digitalizzazione prosegue con le attività del Progetto Google  (27 risorse digitali).

La collezione storica della Biblioteca centrale di Architettura – Trattati per la storia dell’architettura e dell’urbanistica.
La collezione si compone di trattati che testimoniano l’evoluzione generale dell’arte del costruire, libri sull’architettura civile e militare, volumi sull’urbanistica romana, testi classici su ordini e prospettiva. I volumi più antichi risalgono al XVI secolo  (360 risorse digitali).

Le biblioteche di illustri studiosi presso la Biblioteca Monteverdi – Fondi specialistici per la Filologia e linguistica italiana e romanza.
Presso la Biblioteca Monteverdi è stato depositato il fondo librario della Società Filologica Romana (Fondo Ernesto Monaci). E’ stato catalogato e in parte digitalizzato a cura della Biblioteca, tramite il Progetto Prodigi e il Progetto Google. Sono inoltre posseduti dalla Biblioteca, a seguito di acquisizioni e/o donazioni, altri fondi speciali tra i quali spiccano le biblioteca specializzate dei proff. Vincenzo Crescini e Mario Pelaez   (164 risorse digitali).

Le tesi di dottorato in fisica, astronomia e scienza dei materiali – I lavori specialistici di ricerca svolta nei corsi di dottorato  (362 risorse digitali).

Libri di architettura e storia del disegno dal XVI al XIX secolo – Le collezioni della biblioteca di “Guglielmo De Angelis d’Ossat”  (107 risorse digitali).

Missione archeologica italiana nell’Oasi di Farafra – Collezione di materiali archeologici, etnografici e paesaggistici.
Farafra è situata a sudovest del Fayum, in quello che a lungo è stato chiamato deserto libico. La Missione archeologica italiana nell’Oasi di Farafra è stata fondata nel 1986 dalla prof.ssa Barbara Barich, del Dipartimento di scienze dell’antichità della Sapienza  (59 risorse digitali).

Rappresentazione della natura nel fondo antico di Biologia ambientale – La Biblioteca del Dipartimento di Biologia Ambientale ha un proprio patrimonio bibliografico antico e raro, formato da un nucleo di libri antichi costituito da fondi di diverse provenienze che ricoprono valore artistico e scientifico perché rappresentano l’incontro tra la bellezza estetica e l’importanza, nel tempo, della ricerca botanica e dei suoi continui sviluppi  (81 risorse digitali).

Riviste teatrali della Biblioteca del Burcardo: «La scena di prosa» – Rivista settimanale di informazione e critica teatrale pubblicata a Milano dal 1902 al 1915 e diretta dal critico Luigi Bevacqua Lombardo  (516 risorse digitali).

Statistica, probabilità e demografia dalle origini all’età moderna – I libri provengono in parte dal fondo librario del “Comitato italiano per lo studio dei problemi della Popolazione” fondato e diretto da Corrado Gini dal 1929 al 1965 e poi da Nora Federici. Il fondo possiede preziose cinquecentine, seicentine e libri del Settecento, fino alle collezioni Ottocentesche, particolarmente interessanti per la storia degli studi statistici in Italia e nel mondo  (109 risorse digitali).

Videoteca di spettacolo – Il catalogo comprende un copioso numero di film, dagli esordi al cinema contemporaneo; filmati di opere teatrali e di danza; film documentari, fra cui le produzioni dell’allora Dipartimento di arti e scienze dello spettacolo; opere liriche; documentari di video arte  (4647 risorse digitali).

 

URL: <http://sapienzadigitallibrary.uniroma1.it/>

Francesco Patrizi, filosofo del Rinascimento

Patrizi

Facciamo nostra l’interessante segnalazione di Klaus Graf comparsa sul blog Archivalia riguardo alla pubblicazione online degli atti di un convegno di studi dedicato al filosofo rinascimentale Francesco Patrizi.

Dalla Prefazione del volume:

«From the 24th through the 26th of April, 2014, the Center for Renaissance Texts at the Palacky University in Olomouc, Czech Republic, organized the international conference Francesco Patrizi: Philosopher of the Renaissance.
The conference was supported by the European Social Fund (ESF) and the Czech Government within the framework of the Center for Renaissance Texts (CRT).
The aim of the conference was to support reasearch on the philosophy of Francesco Patrizi (Frane Petrić, born in Cres / Cherso 1529, died in Rome, 1597), one of the leading thinkers of the late Renaissance period and who achieved renown for his deep knowledge of Classical literary and philosophical texts and as a radical opponent of Aristotelianism and a defender of Platonic philosophy. His writing was not only on philosophy, but dealt also with the methodology of sciences, literature, history, musicology and political thinking. About twenty scholars from Croatia, Italy, Slovenia, Germany, France, Belgium, Luxembourg, USA and Czech Republic discussed this variety of topics in Patrizi´s thought and its influence at the conference “Francesco Patrizi: Philosopher of the Renaissance” in Olomouc. This volume contains the majority of the contributions».

Indice dei contributi:

  • Maria Muccillo, Dall’ordine dei libri all’ordine della realtà: ordine e metodo nella filosofia di Francesco Patrizi
  • Marie-Dominique Couzinet, History and Philosophy in Francesco Patrizi’s Dialoghi della istoria (1560)
  • Kateřina Šolcová, Philosophical Perspective of Humanist Discourse on History: Ars historica in Patrizi’s and Pontano’s Dialogues
  • Luka Boršić, Patrizi and history of philosophy
  • Stefano Gulizia, First Notes on Francesco Patrizi’s Methods of Argumentation
  • Luc Deitz, “Il poeta è facitore del mirabile”. Francesco Patrizi da Cherso on the Aim of Poetry   .
  • Ivana Skuhala Karasman and Luka Boršić, Patrizi and His Women
  • Paul Richard Blum, Francesco Patrizi’s Principles of Psychology
  • Erna Banić-Pajnić, Marsilio Ficino and Franciscus Patricius on Love
  • Jacomien Prins, Francesco Patrizi, Unrequited Love and the Power of Music
  • Barbara Bartocci, Paolo Beni and his friendly criticism of Patrizi
  • Jan Makovský, The New Geometry of Francesco Patrizi
  • Matjaž Vesel, Franzesco Patrizi, a Renaissance Philosopher and the Science of Astronomy
  • Petr Pavlas, The Book of the Mind: The Shift Towards the Subject in Patrizi and Comenius
  • Tomáš NejeschlebaJohannes Jessenius, Between Plagiarism and an Adequate Understanding of Patrizi’s Philosophy
  • Jan Čížek, Patricius – Alstedius – Comenius. A Few Remarks on Patricius’ Reception in Early Modern Central Europe

 

>> Per approfondire, vai alla voce Francesco Patrizi della Stanford Encyclopedia of Philosophy

URL: <http://www.renesancni-texty.upol.cz/soubory/publikace/Francesco_Patrizi_Conference_Proceedings.pdf>

Storia dell’economia: le collezioni digitalizzate della Fondazione Einaudi

Einaudi

“Grazie all’erogazione di un contributo della Regione Piemonte sono state digitalizzate alcune delle più importanti opere economiche, italiane e straniere, in traduzione italiana, pubblicate dal 1600 al 1830 e possedute dalla Biblioteca e 198 titoli di opere, articoli e lettere di Luigi Einaudi.

Si tratta in totale di 450 titoli per un totale di circa 85.000 pagine, consultabili sul sito TECA Digitale della Regione Piemonte.

Sono, invece, in fase di pubblicazione nella Teca digitale, ma sono già usufruibili in sede, i dvd relativi a:

  • le prime tre serie della collana Biblioteca dell’economista, pubblicata dall’Utet tra il 1850 e il 1892, costituite da  43 volumi per un totale di circa 50.000 pagine.
  • il periodico «La Riforma sociale» e il suo proseguimento naturale, la «Rivista di storia economica», pubblicate tra il 1894 e il 1943 e consistenti di 51 volumi per un totale di circa 45.500 pagine.
  • il Catalogo della biblioteca di Luigi Einaudi: opere economiche e politiche dei secoli XVI-XIX, a cura di Dora Franceschi Spinazzola,  Torino, Fondazione Luigi Einaudi, 1981 in 2 volumi e  del suo Supplemento: numeri A 1-A 1000,  Torino, Fondazione Luigi Einaudi, 1991 per un totale di circa 1.300 pagine”.

[dalla home page del sito]

URL: <http://www.fondazioneeinaudi.it/biblioteca/collezioni-digitalizzate/>

 

via Bibliostoria, il blog della Biblioteca di Scienze della storia dell’Università di Milano

Impronte digitali: le collezioni digitalizzate dell’Università di Firenze

Tavolemilani_1895_1896_tav_XV_Corinthus1

Archeologia dell’arte fenicia e protogreca

L’Università di Firenze mette a disposizione di tutti gli interessati un’ottima biblioteca digitale delle proprie collezioni storiche.

Impronte digitali è il prodotto di Digitalizzazione per i servizi bibliotecari, progetto nato col duplice scopo di contribuire alla diffusione del patrimonio culturale delle biblioteche dell’Ateneo, garantendo l’accesso online a una selezione di esemplari di pregio in loro possesso, e di preservare gli originali dai possibili danni derivanti dalla consultazione diretta.

In questo ambiente è possibile ricercare e utilizzare (consultare, inviare via mail, visualizzare e salvare in formato pdf ecc.) il materiale bibliografico digitalizzato a cura del Sistema Bibliotecario di Ateneo. Attualmente contiene le digitalizzazioni di parte del materiale raro e di pregio custodito nelle biblioteche dell’Università di Firenze. Le digitalizzazioni sono fruibili anche su Internet Culturale“.

Segnaliamo anche la possibilità di compire ricerche testuali all’interno delle opere digitalizzate.

URL: <http://magteca-fi-ese.inera.it/unifi/opac/unifi/free.jsp>

Gli e-book di RM – Reti Medievali

RM

Si arricchisce la proposta di e-book scaricabili gratuitamente pubblicati da Reti Medievali, il portale scientifico nato nel 1998 per gli studi medievistici.

«Reti Medievali E-book costituisce la prima iniziativa italiana di pubblicazione integrata e multiformato di studi e di testi di argomento medievistico.

Lo scopo di RM E-book è quello di favorire la più ampia distribuzione possibile di contributi originali attraverso la loro diffusione in internet ad accesso aperto.

RM E-book pubblica, con licenza Creative Commons Attribution 4.0 Internatonal, esclusivamente testi e materiali vagliati (peer-reviewed) da non meno di due lettori individuati nell’ambito di un’ampia cerchia internazionale di specialisti. Gli E-book di RM sono indicizzati nelle principali banche dati di monografie e catalogati in centinaia di biblioteche nel mondo.

RM è edita da Firenze University Press».

Elenco dei titoli pubblicati:

1.  Renato Bordone, Uno stato d’animo. Memoria del tempo e comportamenti urbani nel mondo comunale italiano  (2002).

2.  Le storie e la memoria. In onore di Arnold Esch, a cura di Roberto Delle Donne e Andrea Zorzi  (2002).

3.  Marina Gazzini, “Dare et habere”. Il mondo di un mercante milanese del Quattrocento  (2002).

4.  Papato e monachesimo “esente” nei secoli centrali del medioevo, a cura di Nicolangelo D’Acunto  (2003).

5.  Paola Guglielmotti, Ricerche sull’organizzazione del territorio nella Liguria medievale  (2005).

6.  Alto medioevo mediterraneo, a cura di Stefano Gasparri  (2005).

7.  Poteri signorili e feudali nelle campagne dell’Italia settentrionale fra Tre e Quattrocento: fondamenti di legittimità e forme di esercizio, a cura di Federica Cengarle, Giorgio Chittolini e Gian Maria Varanini  (2005).

8.  Ebrei nella Terraferma veneta del Quattrocento, a cura di Gian Maria Varanini e Reinhold C. Mueller  (2005).

9.  Giovanna Petti Balbi, Governare la città. Pratiche sociali e linguaggi politici a Genova in età medievale  (2007).

10.  Giovanni Tabacco, Medievistica del Novecento. Recensioni e note di lettura (1951-1999), a cura di Paola Guglielmotti  (2007).

11.  Le signorie dei Rossi di Parma tra XIV e XVI secolo, a cura di Letizia Arcangeli e Marco Gentile  (2007).

12.  Studi confraternali: orientamenti, problemi, testimonianze, a cura di Marina Gazzini  (2009).

13.  Isabella Lazzarini, Il linguaggio del territorio fra principe e comunità. Il giuramento di fedeltà a Federico Gonzaga (Mantova 1479)  (2009).

14.  Conflitti, paci e vendette nell’Italia comunale, a cura di Andrea Zorzi  (2009).

15.  Europa e Italia. Studi in onore di Giorgio Chittolini / Europe and Italy. Studies in honour of Giorgio Chittolini  (2011).

16.  Giovanni Tabacco, La relazione fra i concetti di potere temporale e di potere spirituale nella tradizione cristiana fino al secolo XIV, a cura di Laura Gaffuri  (2010).

17.  Roberto Delle Donne, Burocrazia e fisco a Napoli tra XV e XVI secolo. La Camera della Sommaria e il Repertorium alphabeticum solutionum fiscalium Regni Siciliae Cisfretanae  (2012).

18.  Mario Marrocchi, Monaci scrittori. San Salvatore al monte Amiata tra Impero e Papato (secoli VIII-XIII)   (2014).

URL: <http://www.rm.unina.it/rmebook/>

Biblioteca digitale sull’Islam

Islam_1

Al-Islam.org è una biblioteca digitale che contiene più di mille libri e articoli in formato digitale accessibili gratuitamente. E’ gestita da The Ahlul Bayt Digital Islamic Library Project (DILP).

Browse for free 1000+ books and articles about Islamic religion and the Muslim peoples.

«Al-Islam.org is created and maintained by the Ahlul Bayt Digital Islamic Library Project (DILP), a registered Non Profit Organisation that operates through the collaborative effort of volunteers based in many countries around the world. Our objectives are to digitize and present on the Internet quality Islamic resources, related to the history, law, practice, and society of the Islamic religion and the Muslim peoples, with particular emphasis on Twelver Shia Islamic school of thought. The purpose is to facilitate dissemination of knowledge through this global medium to locations where such resources are not commonly or easily accessible. In addition, we aim to encourage research and enquiry which the use of technology facilitates».

URL: <http://www.al-islam.org/>

Storia della Resistenza in Toscana

Storia-della-Resistenza-in-Toscana

Nella sezione Biblioteca virtuale del portale Toscana Novecento sono disponibili i due volumi dell’opera Storia della Resistenza in Toscana a cura di Marco Palla, pubblicati dalla Regione Toscana per i tipi dell’editore Carocci rispettivamente nel 2006 e nel 2009.

Indice del Volume 1

Avvertenza, Marco Palla
Antifascisti e antifasciste, Patrizia Gabrielli
L’occupazione tedesca in Toscana, Enzo Collotti
La Repubblica sociale italiana in Toscana, Matteo Mazzoni
La resistenza armata in Toscana, Giovanni Verni
La liberazione di Firenze, delle città d’arte e della Toscana nell’opinione pubblica anglosassone, Marta Bonsanti

>> scarica il file PDF del volume

Indice del Volume 2:

Chiesa e totalitarismo: una difficoltà per la “Resistenza” cattolica, Daniele Menozzi
Chiesa toscana e Resistenza, Bruna Bocchini Camaiani
La Toscana nella guerra e la Resistenza: una prospettiva generale, Gianni Perona
Il volontariato partigiano e antifascista nei Gruppi di combattimento, di Nicola Labanca
Le stragi nazifasciste nella pubblicistica e nelle celebrazioni delle amministrazionilocali, di Simone Duranti
Resistenza e letteratura: appunti e riflessioni, Marino Biondi 

>> scarica il file PDF del volume

 

URL: <http://www.toscananovecento.it/biblioteca/biblioteca-virtuale/>

La legislazione sabauda dei secoli XVII e XVIII

Stemma_savoia

Sul sito degli Archivi dipartimentali del Consiglio generale delle Alpi marittime (Conseil général des Alpes-Maritimes) è possibile consultare e scaricare l’opera monumenale curata da Felice Amato Duboin e pubblicata a Torino tra il 1818 e il 1860  in 16 libri, 25 tomi e 38 volumi.

Raccolta per ordine di materie delle leggi, editti, manifesti, ecc., pubblicati dal principio dell’anno 1681 sino agli 8 dicembre 1798 sotto il felicissimo dominio della Real Casa di Savoia per servire di continuazione a quella del senatore Borelli

La raccolta costituisce un’irrinunciabile fonte per chiunque voglia studiare la legislazione sabauda relativa al ducato di Savoia e al Regno di Sardegna.

Le leggi sono raccolte per materia e contemplano tutti gli aspetti della produzione legislativa sabauda dei secoli XVII e XVIII, con riferimenti, per lo più nelle note, alla legislazione (oppure normativa) pregressa  degli Stati dei Savoia attinente alle medesime materie.

Per consultare l’opera online, clicca qui»

 

[vedi anche la segnalazione sul sito dell’Archivio di Stato di Torino]

Il blog del Settore Manoscritti e Rari della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

logo-bncf

E’ in linea il nuovo Blog di informazioni bibliografiche curato dal Settore Manoscritti e Rari della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.

Il sito intende raccogliere e condividere le informazioni bibliografiche fornite all’utenza dal Settore Manoscritti e Rari della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.

A queste si aggiungono una selezione di schede e contributi elaborati dai bibliotecari per i cataloghi a stampa relativi a progetti di catalogazione e alle numerose mostre, nazionali e internazionali, a cui la BNCF partecipa con i propri documenti.

Ricordiamo che i documenti (manoscritti, carteggi, carte geografiche, incunaboli e rari) attualmente presenti nella Teca Digitale della BNCF sono 2.540;  le copie digitali dei volumi a stampa pubblicati fino all’anno 1700 posseduti dalla BNCF che sono già consultabili sul sito del progetto EEB- Early European Books sono più di  5.200.

A questi si aggiungono le  copie digitali di manoscritti e rari disponibili solo su supporto digitale (CD o DVD), il cui elenco è riportato qui.

URL: <http://manoscritti.bncf.firenze.sbn.it>

ZVDD – Catalogo integrato delle opere a stampa digitalizzate in Germania

biblioteche digitali

ZVDD – Zentrale Verzeichnis Digitalisierte Drucke è un portale che consente di interrogare con un’unica interfaccia di ricerca le principali biblioteche digitali tedesche che contengono riproduzioni di opere a stampa pubblicate dal XV secolo ad oggi.

Le opere accessibili superano il milione di unità: si tratta di  monografie, fascicoli di rivista, opuscoli, spartiti musicali.

Qui l’elenco delle collezioni indicizzate (152 collezioni di 33 istituzioni culturali e scientifiche, in particolare biblioteche): http://www.zvdd.de/dms/

Il progetto è finanziato dal DFG – Deutsche Forschungsgemeinschaft (il Centro nazionale tedesco per la ricerca) ed è gestito e curato dalla Biblioteca dell’Università della Bassa Sassonia (SUB – Niedersächsischen Staats- und Universitätsbibliothek Göttingen).

 

URL: <http://www.zvdd.de/startseite/>

Judaica Sammlung: la collezione digitale dell’Università di Francoforte

Judaica_Logo

La Collezione ebraica (Judaica Sammlung) della Biblioteca dell’Universitaria di Francoforte rappresenta la più grande raccolta di documenti in ebraico e sull’ebraismo della Germania ed è considerata in tutto il mondo tra le raccolte più significative del genere.

Il nucleo della raccolta è costituito dai documenti che, verso la fine del 19° secolo, furono acquisiti attraverso cospicue donazioni da parte degli ebrei di Francoforte e che fino al 1933 furono conservati dal Prof. Dr. Aron Freimann.

La raccolta resistette miracolosamente quasi indenne al nazionalsocialismo e alla seconda guerra mondiale, a parte lo smarrimento di alcuni libri in ebraico.

ll pregiato patrimonio storico è stato per la maggior parte digitalizzato ed è oggi accessibile liberamente online:

La Biblioteca dell’Università di Francoforte, inoltre, acquisisce regolarmente le nuove pubblicazioni, edite in qualsiasi paese del mondo e in ogni lingua, che si occupano dei vari aspetti della cultura ebraica, come per esempio la filosofia, la musica, l’arte, la letteratura.

>> Leggi la presentazione in lingua originale (tedesco) sul sito dedicato al progetto Judaica

URL: <http://sammlungen.ub.uni-frankfurt.de/judaica>

Histoire et littérature de l’Europe du Nord-Ouest: libri ad accesso gratuito

La collana di monografie Histoire et littérature de l’Europe du Nord-Ouest, nata nel 1987 in occasione del bicentenario della Rivoluzione francese, pubblica saggi, atti di convegni, edizioni commentate di testi sulla storia dell’Europa Nord-occidentale.

In occasione dell’inaugurazione del sito dedicato a questa collana, curata dall’Institut de recherches du Septentrion dell’Università di Lille 3 (IRHiS), sono consultabili ad accesso aperto (ma solo in formato HTML) nove monografie:

  • Héros militaire, culture et société (XIXe-XXe siècles)
  • Les Cardinaux de la Renaissance et la modernité artistique
  • De Georges Clemenceau à Jacques Chirac : l’état et la pratique de la Loi de Séparation
  • Les lettrés de la République
  • Archives, archivistes, archivistique dans l’Europe du Nord-Ouest du Moyen Âge à nos jours
  • Bède le Vénérable
  • L’engagement dans la Résistance (France du Nord – Belgique)
  • Élites et sociabilité au XIXe siècle
  • 4000 bourgeois de Lille au XIVe siècle

La collection de livres Histoire et littérature de l’Europe du Nord-Ouest, créée en 1987, compte 50 titres à ce jour. Elle publie des journées d’études, des colloques et, dans une moindre mesure, des éditions commentées de textes sur l’histoire de l’Europe du Nord-Ouest, toutes périodes confondues. La collection est publiée au sein de l’Institut de recherches du Septentrion de l’université de Lille 3 (IRHiS).

URL: <http://hleno.revues.org/>