Archivi categoria: Bibliografie, banche dati bibliografiche

Guerra e liberazione a Firenze: una bibliografia

firenzeliberata

In occasione del settantesimo anniversario della Liberazione di Firenze, lo SDIAF – Sistema documentario integrato dell’area fiorentina, con il coordinamento scientifico dell’Istituto Storico per la Resistenza in Toscana, ha prodotto una Guida bibliografica e documentaria dei testi sulla Liberazione presenti e accessibili nelle proprie Biblioteche e Istituti documentari.

L’elenco dei documenti e verrà via via arricchito fino a completamento del lavoro, previsto per il 25 aprile 2015.

L’ordinamento delle voci è in primo luogo geografico: si inizia con l’ampia bibliografia riguardante in generale la città di Firenze e la sua provincia, per proseguire con le singole comunità.

I testi sono stati poi divisi cronologicamente in tre fasi corrispondenti ad altrettanti momenti della vita politica di quegli anni:

      • Fascismo e Antifascismo: affermarsi del regime e prime manifestazioni di opposizione (1924-1940);
      • Guerra: fatti bellici e impatto sulla popolazione (1940-1943);
      • Resistenza, Insurrezione e Liberazione (1943-1945).

All’interno di queste serie i titoli sono ordinati per anno di edizione, dal più vecchio al più
recente.

URL: <http://sdiaf.comune.fi.it/export/sites/sdiaf/materiali/SDIAFNUOVO1.pdf>

Archivio della cantata italiana

Nicolas Poussin, Santa Cecilia (1627)

Nicolas Poussin, Santa Cecilia (1627)

Il progetto Clori. Archivio della cantata italiana intende censire tutte le fonti musicali esistenti e conservate in tutto il mondo di questo genere musicale (musica vocale da camera su testo italiano), dalle sue origini a partire dal 1620 circa fino alle ultime testimonianze nei primi decenni del XIX secolo.

Promosso nel 2006 dalla Società Italiana di Musicologia con il sostegno dell’Università di Roma-Tor Vergata e dell’Istituto Italiano per la Storia della Musica e in collaborazione con il RISM (Répertoire International des Sources Musicales), il progetto è oggi coordinato da Teresa M. Gialdroni (Università di Roma-Tor Vergata) e da Licia Sirch (Conservatorio “G.Verdi” di Milano) e si avvale della partecipazione di numerose biblioteche in Italia e all’estero.

Dalla pagina di presentazione del progetto:

«Clori. Archivio della cantata italiana è un progetto promosso dalla Società Italiana di Musicologia in collaborazione con l’Università di Roma-Tor Vergata e l’Istituto Italiano per la Storia della Musica.

Il progetto Clori, realizzato in collaborazione con il RISM, è incentrato sulla cantata italiana, intesa quale genere di musica vocale da camera su testo italiano, a partire dal 1620 ca. fino ai primi decenni dell’Ottocento.

Gli obiettivi fondamentali sono da una parte lo studio delle fonti e la costituzione di un archivio informatico della cantata italiana, dall’altra l’approfondimento di aspetti finora poco noti di questo genere: i testi poetici, le strutture metriche e musicali, lo stile, la vocalità e gli interpreti, gli organici vocali e strumentali, i rapporti tra testo poetico e testo musicale, i contesti e le funzioni, la committenza, le occasioni, la diffusione, la prassi esecutiva, le componenti iconografiche, le questioni terminologiche e i rapporti con la trattatistica, le strutture armoniche e il problema del basso continuo, la circolazione dei testi e dei compositori, i rapporti tra centro e periferie.

Il progetto, già presentato nel novembre 2008 a Nashville, nel corso dell’Annual Meeting dell’American Musicological Society, e nel luglio 2009 ad Amsterdam al convegno annuale della IAML (International Association of Music Libraries), è stato avviato con la costituzione di una banca dati per la quale è stata realizzata un’applicazione ad hoc che permette la consultazione via web, già disponibile e in fase di implementazione (attualmente sono state realizzate più di 4000 schede).

La struttura delle schede catalografiche per la raccolta dei dati fa riferimento alle regole di catalogazione e agli standard internazionali già esistenti indicati nella Guida alla Catalogazione in SBN relativa al materiale musicale. Le modifiche apportate permettono l’inserimento di dati supplementari: l’intero testo poetico di ciascuna cantata, la sua descrizione analitica, collegamenti ad immagini, riproduzioni di dediche, prefazioni, note di possesso, segnalazioni di eventuale documentazione relativa a ogni singolo brano o raccolta di cantate, informazioni desunte da fonti documentarie esterne, bibliografia. Il prodotto finito consiste in un sito web composto da pagine di accesso e visualizzazione dei dati. La struttura degli accessi (maschere di ricerca), degli indici e della visualizzazione dei dati nella scheda dettagliata, sono stati progettati tenendo presente gli obiettivi del progetto: la ricerca full text della poesia e per incipit musicale, la visualizzazione di immagini del documento, la ricerca di ogni dato significativo relativo ad ogni singola cantata.

Grazie ai dati così raccolti, strutturati e resi facilmente reperibili, nella seconda fase del progetto si procederà all’approfondimento in senso storico e critico degli aspetti specifici sopra citati attraverso la produzione di saggi, edizioni critiche, convegni e seminari».

Per approfondire:

URL: <http://www.cantataitaliana.it/>

Censura cinematografica in Italia: una banca dati

277-0-55575_censura_cine

Italia taglia è un progetto di ricerca sulla censura cinematografica in Italia a cura del Ministero per i beni e le attività culturali e della Cineteca di Bologna.

Dalla pagina introduttiva:

«La banca dati accoglie le informazioni relative a tutte le tipologie di film, italiani ed esteri, destinati alla pubblica visione:

  • Lungometraggi
  • Mediometraggi
  • Cortometraggi
  • Attualità
  • Pubblicità

La struttura della banca dati è diversa per i due periodi (1913-43; 1944-2000) poiché le fonti originarie hanno un diverso livello di complessità.
Per il primo gruppo di film, l’unico documento disponibile è il Registro Protocollo della Censura Cinematografica, cinque (di sette complessivi) volumi conservati presso la Direzione Generale per il Cinema del MiBAC.
Il Registro ha consentito l’identificazione di circa 30.000 titoli che hanno ottenuto il nulla osta alla proiezione in pubblico dal 3 maggio 1913 al 30 novembre 1943. Compaiono 4348 Società di produzione e distribuzione e 1.243 nomi di registi, attori, produttori, tecnici.

Per il secondo gruppo, dal 1944 in poi, esistono specifici fascicoli per ciascun film comprendenti una documentazione più completa:

  • Domanda di revisione
  • Nulla osta alla proiezione pubblica
  • Visto di censura
  • Documenti di varia natura, per lo più lettere, che testimoniano dell’effettiva attività della Commissione di Revisione Cinematografica e includono: comunicazioni interne al Ministero, comunicazioni tra Ministeri, comunicazioni tra Ministero e Prefetture/Questure, comunicazioni tra Ministero e Società di produzione/distribuzione, comunicazioni tra Ministero e regista».

URL: <http://www.italiataglia.it/search>

 

Segnaliamo inoltre una bella mostra virtuale intitolata Cinecensura. Cento anni di revisione cinematografica in Italia, promossa dalla Direzione Generale per il Cinema del MiBACT in collaborazione con la Fondazione CSC – Cineteca Nazionale.

[un ringraziamento a Dario Dariol]

Bibliografie: Eccidi nazifascisti in Toscana (1943-1945)

testata

Segnaliamo sul sito della Regione Toscana una ricca bibliografia dedicata agli studi che hanno come tema le stragi nazifascisti perpetrate in Toscana tra il 1943 e il 1945.

Si tratta della versione online di questo volume pubblicato dall’editore Carocci nel 2003, che contiene più di 600 riferimenti bibliografici:

Guida bibliografica alla memoria / a cura di Valeria Galimi e Simone Duranti ; presentazione di Enzo Collotti. – Roma : Carocci, 2003. – 238 p., [4] c. di tav. : ill. ; 24 cm. – (Toscana tra passato e presente ; 3).

 

Opere generali

Resistenza in Italia
Occupazione tedesca, Repubblica sociale italiana 

 

OPERE SULLA TOSCANA

Resistenza in Toscana
Occupazione tedesca e Repubblica sociale italiana in Toscana

 

Opere per province

Provincia di Apuania 
Provincia di Arezzo 
Provincia di Firenze (comprende Prato fino al 1992) 
Provincia di Grosseto 
Provincia di Livorno 
Provincia di Lucca 
Provincia di Pisa 
Provincia di Pistoia 
Provincia di Prato (dal 1992) 
Provincia di Siena

 

<http://www.regione.toscana.it/storiaememoriedel900/eccidi-nazifascisti/guida-bibliografica-alla-memoria>

Fonti per la storia della Toscana / 5: Pisa nel Medioevo

Pisa_Medioevo

La prof.ssa Enrica Salvatori (Università di Pisa) ha raccolto una preziosa bibliografia sulle fonti e gli studi per lo studio della storia di Pisa nel Medioevo.

Rimandiamo a questa pagina del suo blog pubblicato su Hypothèses:

“Questi database bibliografici, gestiti con Zotero e quindi aggiornati in tempo reale, raccolgono gli studi su Pisa nel medioevo, le tesi di laurea e di dottorato concernenti il medesimo argomento e le fonti documentarie che riguardano in maniera specifica la storia pisana.
Si tratta di bibliografie personali, nate e coltivate a supporto dell’attività di ricerca: si prega quindi vivamente gli studiosi che ravvisino mancanze, omissioni o errori di non esitare a segnalarle e a partecipare, in questa maniera, al mantenimento delle raccolte.

Zotero è un software gratuito per la gestione bibliografica che consente di recuperare facilmente risorse dal web e di condividerle con altri. Per saperne di più invitiamo a leggere questo post della prof.ssa Salvatori:

>> Condividere conoscenza (storica) con Zotero

OpenBibArt: Repertori bibliografici di Storia dell’arte

inist

OpenBibArt è un sito curato dall’istituto di ricerca francese INIST-CNRS (Institut de l’Information Scientifique et Technique – Centre national de la recherche scientifique). Permette di interrogare online i principali repertori bibliografici di Storia delle Arti prodotti dall’INIST-CNRS:

Répertoire d’Art et d’Archéologie: pubblicato tra il 1973 e il 1990, questo repertorio contiene 208.000 riferimenti bibliografici a monografie e articoli pubblicati tra il 1972 e il 1989.

Bibliographie d’Histoire de l’Art: pubblicato tra il 1991 e il 2008, questo repertorio bibliografico curato dall’INIST e dal Getty Research Institute contiene 401.523 riferimenti bibliografici a monografie, articoli, saggi, cataloghi di mostre, atti di convegni e tesi pubblicati tra il 1990 e il 2007 su tutti gli argomenti relativi all’arte e all’archeologia. E’ considerata la più importante banca dati bibliografica nel settore storico artistico e offre una bibliografia completa, a copertura internazionale, degli scritti accademici sulla storia dell’arte occidentale dall’antichità ai giorni nostri. Si può consultare liberamente anche dal sito del Getty (leggi questo post del 2010).

Gli studi pubblicati tra 1910 e il 1972 sono invece consultabili in una banca dati separata, ospitata sul bellissimo portale AGORHA (Accès global et organisé aux ressources en histoire de l’art) dell’INHA – Institut national d’histoire de l’art:  

Répertoire d’art et d’archéologie numérisé (1910 – 1972)

 

Il sito è disponibile in lingua inglese e in lingua francese.

The enhancement site OpenBibArt offers open access consultation, to all the bibliographical references from the Répertoire d’Art et d’Archéologie and from the Bibliographie d’Histoire de l’Art produced by INIST-CNRS. This site was designed for art historians, on an international scale, researchers and on a broader basis professionals and art lovers.

URL: <http://www.openbibart.fr/>

The International Philosophical Bibliography (repertorio di Lovanio): banca dati retrospettiva online (1985-1996)

IPBretro_logo_small

The International Philosophical Bibliography / Répertoire Bibliographique de la Philosophie, noto anche come il Repertorio di Lovanio, è uno degli strumenti bibliografici più importanti per gli studi filosofici.

Si tratta di un repertorio bibliografico corrente pubblicato dall’Istituto superiore di filosofia dell’Università di Lovanio. Ha per oggetto la letteratura propriamente filosofica, nell’accezione piuttosto ristretta del termine: le discipline scientifiche imparentate con la filosofia e le discipline ausiliarie della filosofia non sono comprese se non per le pubblicazioni di ordine generale (ciò vale soprattutto per i settori della logica formalizzata, della linguistica, della psicologia, dell’estetica e della teologia, per le quali esistono già strumenti bibliografici specializzati).

Il repertorio di Lovanio indicizza libri (monografie e pubblicazioni collettive), articoli di rivista (>> vai alla lista dei periodici spogliati), contributi pubblicati in pubblicazioni collettive (ad es. gli atti di un congresso), recensioni di libri pubblicate in rivista.

La bibliografia esce regolarmente come pubblicazione periodica a stampa a partire dal 1934 (per una storia dettagliata delle vicende editoriali si rimanda a questa pagina). A partire dal 2004 è disponibile, su abbonamento, anche la versione online. E’ però disponibile gratuitamente la banca dati retrospettiva, che contiene le notizie bibliografiche raccolte tra il 1985 e il 1996.

La banca dati può essere interrrogata facendo ricerche per parole chiave attraverso la modalità Search (autore, titolo, data di pubblilcazione) oppure scorrendo lo schema di classificazione attraverso la modalità Browse.

La struttura della bibliografia comprende una sezione storica e una sezione tematica:

1. La sezione storica (intitolata HISTORY OF PHILOSOPHY) raccoglie tutti gli studi che hanno per oggetto la personalità o l’opera di un filosofo. L’appartenenza di un filosofo ad una certa epoca è determinata dalla sua nata di nascita. Nell’ambito di ciascuna epoca, la classificazione dei filosofi è determinata invece dall’ordine alfabetico dei loro nomi.

2. La sezione tematica (intitolata PHILOSOPHY) è strutturata in sezioni, corrispondenti alle principali branche della filosofia, che sono a loro volta articolate in sottosezioni.

 

URL: <http://pob.peeters-leuven.be/>

[Bibliografie] Le leggi razziali in Italia

Difesa_della_razza_2

Una pagina della rivista ‘La difesa della razza’ del 1938 con le disposizioni antisemite

Il 5 settembre 1938, presso la villa del Gombo, nella tenuta di San Rossore immersa nella pineta pisana, Vittorio Emanuele III firmò il Regio Decreto Legge che fissava «Provvedimenti per la difesa della razza nella scuola fascista» (>> leggi il testo integrale – file PDF).

Seguiranno il 7 settembre i «Provvedimenti nei confronti degli ebrei stranieri» e il 6 ottobre una «dichiarazione sulla razza» emessa dal Gran Consiglio del Fascismo. La dichiarazione divenne legge di stato il 17 novembre.

Per commemorare il tragico iter del corpus delle leggi razziali contro gli ebrei, che ebbe inizio proprio alle porte di Pisa, abbiamo stilato una bibliografia di libri in Italia dal 1990 ad oggi che trattano il tema della persecuzione degli ebrei in Italia e, in particolare, delle conseguenze dell’applicazione delle leggi razziali. Si tratta di un elenco non esaustivo: vi invitiamo a segnalare le pubblicazioni mancanti inserendo un commento a questo post.

Il cattivo tedesco e il bravo italiano. La rimozione delle colpe della seconda guerra mondiale / Filippo Focardi. Bari: Laterza, 2013.

La patria sbagliata di Giuseppe Bottai : dal razzismo coloniale alle leggi razziali (1935-1939) / Stefanella Spagnolo. Roma: Aracne, 2012.

Gli ebrei sotto la persecuzione in Italia. Diari e lettere 1938-1945 / Mario Avagliano e Marco Palmieri. Torino: Einaudi, 2011.

Shoah : le colpe degli italiani / Marino Ruzzenenti. Manifestolibri, 2011.

La vergogna delle leggi razziali / Dacia Maraini ; [regia di Franco Angeli]. La repubblica-L’espresso, 2011 .

A settant’anni dalle leggi razziali : profili culturali, giuridici e istituzionali dell’antisemitismo / a cura di Daniele Menozzi e Andrea Mariuzzo. Roma: Carocci, 2010.

La legislazione razzista in Italia e in Europa / Sofia Bianconi ; prefazione di Siro Centofanti. Roma: Aracne, 2009.

Il diritto di fronte all’infamia nel diritto : a 70 anni dalle leggi razziali / a cura di Loredana Garlati e Tiziana Vettor. Milano: Giuffrè, 2009.

La doppia epurazione : l’Universita di Pisa e le leggi razziali tra guerra e dopoguerra / Francesca Pelini e Ilaria Pavan. Bologna: Il mulino, 2009.

La prova della razza : cultura giuridica e razzismo in Italia negli anni Trenta / Olindo De Napoli. Firenze: Le Monnier, 2009.

“La Difesa della razza”. Politica, ideologia e immagine del razzismo fascista / Francesco Cassata. Torino: Einaudi, 2008.

Codice della persecuzione : il razzismo e i giuristi nei regimi nazista e fascista / Ernesto De Cristofaro. Torino: Giappichelli, 2008.

Il manifesto della razza / Tommaso Dell’Era. Torino: UTET, 2008.

L’Italia fascista e la persecuzione degli ebrei / Marie Anne Matard-Bonucci. Bologna: Il Mulino, 2008.

Fenzi non va confuso con Finzi: il sopra nominato non e di origine ebrea : Saronno e le leggi razziali: 1938-1944 / Giuseppe Nigro. ANPI, 2008.

1938 : leggi razziali, una tragedia italiana : 70. anniversario / a cura di Marcello Pezzetti e Bruno Vespa. Roma: Gangemi, 2008.

1938 : la scuola ebraica di Livorno : un’alternativa alle leggi razziali. Livorno: Debatte, 2008.

Il razzista totalitario / Gianni Scipione Rossi. Soveria Mannelli, CZ: Rubbettino, 2007.

Gli ebrei nell’Italia fascista : vicende, identità, persecuzione / Michele Sarfatti. Torino: Einaudi, 2007.

La difesa della razza / Valentina Pisanty. Milano: Bompiani, 2006.

Mussolini razzista. Dal socialismo al fascismo: la formazione di un antisemita / Giorgio Fabre. Milano: Garzanti, 2005.

L’offesa della razza : razzismo e antisemitismo dell’Italia fascista / a cura di R. Bonavita, G. Gabrielli e R. Ropa, Istituto per beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia Romagna. Bologna: Pàtron, 2005.

La propaganda razziale in Italia : 1938-1943 / Manfredi Martelli. Rimini: Il Cerchio, 2005.

La giustizia negata : Clara Pirani, nostra madre, vittima delle leggi razziali : una testimonianza vissuta tra guerra e dopoguerra (Gallarate-Varese-Milano-Fossoli-Auschwitz), 1938-1953 / Giuliana, Marisa, Gabriella Cardosi Arterigere. EsseZeta, 2005.

I dieci : chi erano gli scienziati italiani che firmarono il Manifesto della razza / Franco Cuomo. Milano: Baldini Castoldi Dalai, 2005.

Ebrei in fuga : Chiesa e leggi razziali nel basso Piemonte, 1938-1945 / Andrea Villa. Brescia: Morcelliana, 2004.

Tra indifferenza e oblio : le conseguenze economiche delle leggi razziali in Italia, 1938-1970 / Ilaria Pavan. Firenze: Le Monnier, 2004.

Codice breve del razzismo fascista : stato totalitario e democrazia costituzionale, la “questione razziale” / Nicola Magrone ; con una testimonianza di Elisa Springer. Edizioni Dall’interno-Sudcritica Fondazione Popoli & costituzioni, 2004.

Le leggi razziali in Italia / Giovanni Codovini, Dino Renato Nardelli. Editoriale umbra, 2003.

Il fascismo e gli ebrei : le leggi razziali in Italia / Enzo Collotti. Bari: Laterza, 2003.

La destra e gli ebrei / Gianni Scipione Rossi. Milano: Rubbettino, 2003.

Le leggi antiebraiche spiegate agli italiani di oggi / Michele Sarfatti. Torino: Einaudi, 2002.

L’espulsione degli ebrei dalle accademie italiane / Annalisa Capristo. Torino: Zamorani, 2002.

Le interdizioni del Duce : le leggi razziali in Italia / Alberto Cavaglion, Gian Paolo Romagnani. Torino: Claudiana, 2002.

Gli ebrei in Italia tra persecuzione fascista e reintegrazione postbellica / Ilaria Pavan, Guri Schwarz. Firenze: La Giuntina, 2001.

Gli ebrei nell’Italia fascista / Michele Sarfatti. Torino: Einaudi, 2000.

Scienza e razza nell’Italia fascista / Giorgio Israel, Pietro Nastasi. Bologna: Il Mulino, 1999.

Scienza italiana e razzismo fascista / Roberto Maiocchi. Firenze: La Nuova Italia, 1999.

L’applicazione della legislazione antisemita in Emilia Romagna / a cura di Valerio Marchetti. Il nove, 1999.

La persecuzione degli ebrei durante il fascismo : le leggi del 1938 / [a cura di Camera dei Deputati]. Roma: Camera dei Deputati, 1998.

Scienza e razza nell’Italia fascista / Giorgio Israel, Pietro Nastasi. Bologna: Il mulino, 1998.

I licei G. Berchet e G. Carducci durante il fascismo e la Resistenza : atti di tre pomeriggi di studio: Milano, Liceo G. Carducci, 20 febbraio, 9 marzo, 20 aprile 1995 / a cura di D. Bonetti … [et al.]. Milano: Liceo classico statale G. Carducci, 1996.

Mussolini contro gli Ebrei : cronaca dell’elaborazione delle leggi del 1938 / Michele Sarfatti. Torino: Zamorani, 1994.

La menzogna della razza : documenti e immagini del razzismo e dell’antisemitismo fascista / Centro studi Furio Jesi. Bologna: Grafis, 1994.

Dalle leggi razziali alla deportazione : ebrei tra antisemitismo e solidarieta : atti della giornata di studi : Torrazzo, 5 maggio 1989 / a cura di Alberto Lovatto Istituto per la storia della Resistenza e della societa contemporanea in provincia di Vercelli. Cin, 1992.

Convegno sul tema Conseguenze culturali delle leggi razziali in Italia : Roma, 11 maggio 1989 / in collaborazione con l’Unione delle Comunita ebraiche italiane e l’Associazione nazionale perseguitati politici antifascisti. Accademia nazionale dei Lincei, 1990.

DIAMM – Digital Image Archive of Medieval Music

Manoscritti musicali

DIAMM (the Digital Image Archive of Medieval Music) è una risorsa per lo studio dei manoscritti musicali medievali.

Fin dalla sua nascita, che risale al 1998, lo scopo principale del progetto DIAMM è quello di raccogliere le schede descrittive e (quando possibile) le immagini digitalizzate di manoscritti polifonici conservati in biblioteche e archivi di tutto il mondo.

Disponibile anche una ricca bibliografia dedicata agli studi internazionali sulla musica medievale.

*************

From its beginnings in 1998, the purpose of DIAMM (the Digital Image Archive of Medieval Music) was to obtain and archive digital images of European sources of medieval polyphonic music, captured directly from the original document.

The project started as a collaboration between scholars at the University of Oxford and Royal HollowayUniversity of London, and is now based in Oxford in collaboration with the University Music Faculty and the Bodleian Library. DIAMM has created an electronic archive of more than 14,000 images, to assure their permanent preservation, and is able to present a significant number of them through this website to facilitate detailed study of this music and its sources.

DIAMM has been funded by the Arts and Humanities Research Council and is currently supported by the Andrew W Mellon Foundation. It incorporates work from the Motet database compiled by Thomas Schmidt-Beste and funded by the Deutsche Forschungsgemeinschaft.

URL: <http://www.diamm.ac.uk/>

Informazioni bibliografiche sulla storia contemporanea italiana

Italia_1

Il Gruppo di studio per la storia contemporanea italiana, fondato da Wolfgang Schieder e Jens Petersen nel 1974, è strettamente legato all’Istituto Storico Germanico di Roma e ha la sua sede a Saarbrücken.

Ogni quadrimestre il gruppo di lavoro pubblica un bollettino bibliografico dal titolo Informazioni bibliografiche sulla storia contemporanea italiana (Bibliographische Informationen zur neuesten Geschichte Italiens), a cura di Lutz Klinkhammer, Gerhard Kuck, Susanne Wesely. Dal 1974 ad oggi sono state segnalate oltre 60.000 pubblicazioni storiografiche.

A partire dal 1999 le nuove pubblicazioni (circa 2.500 titoli monografici all’anno) vengono inserite in una banca dati consultabile liberamente online. Le oltre 20.000 pubblicazioni raccolte nel corso degli anni Novanta, invece, si trovano invece riunite in un file di formato pdf che può essere scaricato sul sito dell’Istituto storico germanico.

icona_pdf Informazioni bibliografiche sulla storia d’Italia nei secoli XIX e XX (dal 1990 al 1999): http://www.dhi-roma.it/fileadmin/user_upload/pdf-dateien/Online-Publikationen/Bibl_Inf/Biblinf_anni_novanta.pdf

ricerca web Consulta la banca dati (dal 1999 in poi): http://194.242.233.152/bi/index.php?view=search_layout&bibConstraints[howmany]=10

EE-T Traduzioni di testi di economia politica: una piattaforma online

economia

EE-T (Economic e-Translations into and from European Languages) è un progetto finanziato dalla Commissione Europea che ha l’obiettivo di verificare l’impatto delle traduzioni di testi di economia politica sulla storia del pensiero economico in Europa.

Tra le attività del progetto segnaliamo la creazione di una banca dati di traduzioni di testi del XVIII, XIX e XX secolo, finalizzata a una raccolta sistematica nell’ambito dello studio dei processi di circolazione trasnazionale delle idee economiche. Per ogni testo viene segnalato anche il link alla versione digitali, quando presente.

Il database è stato realizzato grazie al contributo di un ampio numero di ricercatori di università e centri di ricerca europei.

Coordinatore scientifico del progetto è il prof. Marco Enrico Luigi Guidi del Dipartimento di Scienze economiche dell’Università di Pisa.

Dalla Guida all’uso della banca dati:

“Questo database contiene le schedature di un ampio numero di traduzioni di testi economici pubblicati tra l’inizio del XVIII secolo e la metà del XX secolo. Per testi economici si intendono lavori di economia (o, come era originariamente chiamata ‘economia politica’), e delle sue sottodiscipline.

Parlando di traduzioni, una distinzione importante da considerare è quella tra testo-fonte (base text) e testo di destinazione (destination text). Il testo-fonte è il lavoro originale che viene tradotto; il testo di destinazione è la traduzione compiuta del testo-fonte. Per esempio, nel caso di una traduzione da Adam Smith, il testo-fonte è A. Smith, An Inquiry into the Nature and Causes of the Wealth of Nations (Edinburgh 1776), in inglese, e uno dei testi di destinazione che da esso originano è A. Smith, Recherches sur la nature et les causes de la richesse des nations (La Haye 1778-79), in francese. Qualsiasi testo-fonte che sia stato tradotto almeno una volta in una lingua europea è candidato a essere incluso nel database.

Per quanto riguarda i testi di destinazione, finora il database contiene solo le traduzioni nelle lingue del progetto, ossia:

  • Francese
  • Greco
  • Italiano
  • Portoghese
  • Rumeno
  • Spagnolo
  • Tedesco
  • Turco

Ciascuna voce contiene informazioni dettagliate su una singola traduzione (testo di destinazione). Diverse edizioni della stessa traduzione sono registrate come diverse voci. In questo modo, il database consente di comparare le edizioni, mostrando le differenze esistenti tra di loro (per esempio: nuove introduzioni, capitoli aggiunti da più recenti edizioni del testo-fonte, ecc.).

Uno dei vantaggi del database EE-T è il fatto che esso contiene informazioni su vari tipi di documenti. I principali tipi di traduzioni inclusi nel database sono i seguenti:

  • libri, trattati, manuali
  • articoli pubblicati in riviste
  • capitoli in libri collettanei
  • articoli di enciclopedia

Mentre le informazioni sulle traduzioni di libri possono essere facilmente desunte dai cataloghi delle biblioteche nazionali o di biblioteche specializzate, gli indici dei contenuti, delle materie e degli autori delle riviste sono ancora una rarità e la loro ricerca è spesso laboriosa. Ci auguriamo che il database renda più facile la ricerca bibliografica di tutti coloro che sono interessati alla storia del pensiero economico”.

URL: <http://eet.pixel-online.org/>

Bibliografia del Parlamento italiano

Parlamento

Sul Portale storico della Camera dei Deputati si può consultare una dettagliata bibliografia relativa a libri ed articoli di periodici che hanno per oggetto il Parlamento italiano dalla concessione dello Statuto Albertino nel 1848 fino ai giorni nostri, la Consulta nazionale, l’Assemblea Costituente, nonché gli studi in materia elettorale (leggi, procedure, comportamento), con riferimento alle elezioni politiche nello stesso periodo storico sia a livello nazionale che locale.
  • A – Aspetti generali
  • B – Relazioni istituzionali
  • C – Fonti e organizzazione
  • D – La funzione legislativa
  • E – La funzione di controllo, indirizzo e informazione
  • F – Il parlamentare: status giuridico e sociologia
  • H – Le elezioni

Bibliografia cluniacense

Cluny

Sul sito dell’Istituto di ricerca sul primo medioevo di Münster (IFMA – Institut für Frühmittelalterforschung) è disponibile una bibliografia di scritti dedicati alla storia dell’abbazia di Cluny e all’ordine cluniacense, fondato dall’abate Bernone nel 909 come ramo riformato dell’ordine benedettino.

La bibliografia dà notizia di tutte le pubblicazioni edite tra il 1498 e il 2012, suddivise per anno.

URL: <http://www.uni-muenster.de/Fruehmittelalter/it/Projekte/Cluny/BiblClun/index.html>

Bibliografia sulla storia dell’Austria

Austria

La  Österreichische Historische Bibliographie fornisce dati bibliografici relativi a pubblicazioni di carattere storico che riguardano le province austriache dall’antichità al presente. La bibliografia comprende anche libri e articoli che trattano la storia di altri paesi, purché pubblicati in Austria.

La banca dati viene aggiornata settimanalmente (comprende al momento circa 200.000 voci) e comprende monografie, articoli di riviste, cataloghi di esposizioni, atti di congressi pubblicati dal 1945 in poi.

The Österreichische Historische Bibliographie provides bibliographical data on historical writing dealing primarily with the history of the provinces of Austria and on local history during all periods for which written documentation is available. It also includes books and articles of a more general character, as well as articles or essays prepared by the non professional historian who searches and records useful information.
The bibliography includes also material on the history of other countries of the world, if the material was published in Austria.
Starting with the annual report 1945 the bibliography lists books, articles from important Austrian historical periodicals and journals, festschriften, exhibition catalogues or proceedings of conferences or congresses. Master thesis, doctoral dissertations, habilitations are also recorded in the database. There are also entries published outside of Austria for the period from 1995-1999.
The database is weekly updated and contains at the moment more than 198.130 entries.

URL: <http://wwwg.uni-klu.ac.at/oehb/oehbquery/>

Bibliografia digitale della storia dei Paesi Bassi

Paesi_Bassi

La Bibliografia digitale della storia dei Paesi Bassi  (Digitale Bibliografie Nederlandse Geschiedenis) è una bibliografia online dedicata alla storia dei Paesi Bassi dalla preistoria ad oggi. Contiene  oltre 200.000 riferimenti bibliografici a libri, riviste, saggi e pubblicazioni online prodotte a partire dal 1940 ed è aggiornata quotidianamente.

Between 1863 and 1995 the bibliography of Netherlands history and its antecedents appeared in hardcopy printed volumes. The bibliography —now produced by the Institute of Netherlands History (ING)— has since 1998 been published as a searchable online database. The bibliography focusses on historical writing about the history of the Netherlands and its overseas territories from prehistoric times to the present day. Currently, the bibliography contains more than 200.000 publications from the 1940s onwards.

Since 2006 the bibliography is published, in conjunction with the National Library of the Netherlands, with a new interface to enable the bibliography to be freely available on the internet and to enhance interoperability with other bibliographical and historical resources.

URL: <http://www.dbng.nl/en/>