Manifesti pubblicitari di inizio Novecento: la Collezione Salce

Il 26 maggio 2017 è stato inaugurato a Treviso il Museo Statale Collezione Salce.

Il museo custodisce l’importante collezione appartenuta a Nando Salce e alla moglie Regina Gregory, lasciata in eredità allo Stato nel 1962. Con i suoi 24.580 documenti, si tratta della più importante raccolta italiana di manifesti e può essere annoverata tra le più insigni anche a livello europeo.

“Una collezione nata nel 1895, quando il giovanissimo Nando Salce acquistò per una lira il manifesto Incandescenza a Gas Auer disegnato da Giovanni Maria Mataloni. Nacque così una passione che il collezionista trevigiano condivise non solo con la moglie, ma anche con i massimi esperti del settore, tra cui editori e tipografi specializzati (Ricordi a Milano, Alessandro Marzi e Salomone a Roma, Chappuis a Bologna, Cassan a Tolosa, Hirth Verlag e Bruckmann a Monaco di Baviera), ditte e aziende committenti, cartellonisti e gallerie specializzate, come la Sagot di Parigi con cui Salce instaurò costanti scambi. Aspetto qualificante del nuovo museo appare l’obiettivo non solo di conservare e valorizzare un patrimonio raro e preziosissimo, ma anche di implementarlo con nuove acquisizioni, allo scopo di configurarlo in futuro come museo nazionale italiano della pubblicità e del manifesto pubblicitario” (dall’articolo di Elena Franzoia pubblicato su Il Giornale dell’arte, numero 376, giugno 2017, pag. 22).

L’intera collezione è stata digitalizzata ed è consultabile gratuitamente online.

Con quantità rilevanti di cartelloni sono presenti, in ordine di consistenza, artisti quali Dudovich, Mauzan, Boccasile, Cappiello, Codognato, Metlicovitz, Lenhart; ben rappresentati sono anche Cambellotti, Laskoff, Mataloni, Savignac, Terzi, Hohenstein, Seneca, Sepo, Villa; non mancano prove di artisti quali Boccioni, De Chirico, Depero, Casorati, Sironi, Fontana, Alberto Martini e Arturo Martini. Alcuni manifesti sono presenti in più copie, anche di diversa dimensione, o varianti; moltissime anche le locandine cartonate di piccola dimensione.

URL: <www.collezionesalce.beniculturali.it>


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *